Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Il regalo per Tino: “La salvezza del Parma”

Gazzetta.it ha intervistato l’indimenticato ex-gialloblù Faustino Asprilla tornato in città per festeggiare i suoi 49 anni

RIMPATRIATA. La punizione a San Siro che interruppe nel marzo del ’93 la striscia d’imbattibilità di 58 partite del Milan di Capello e la doppietta al Vicente Calderon con l’Atletico Madrid che ipotecò il passaggio alla finale di Coppa delle Coppe vinta dal Parma. L’indimenticato attaccante colombiano Faustino Asprilla ha legato la fetta più importante della sua carriera ai colori gialloblù e non è un caso sia tornato in città per festeggiare il suo quarantanovesimo compleanno. Assieme ai compagni di allora. “Gigi Apolloni è un amico vero. Marco Osio mi ha aiutato appena sono arrivato in Italia: comprava tutti i giorni la Gazzetta e mi insegnava con pazienza a leggere la vostra lingua”.

REGALO PIU’ BELLO.Sicuramente la salvezza del Parma a fine stagione. In questa prima parte di campionato abbiamo accumulato un piccolo vantaggio sulla zona retrocessione. Bisogna essere bravi ad amministrarlo e, se possibile, ad aumentarlo”.

QUANTI RICORDI. Ma il suo Parma riuscì a conquistare proprio tutti all’alba dei primi anni Novanta. “Indossando questa maglia ho potuto duettare con giocatori fantastici: Melli, Chiesa, Crespo, Brolin. Ma Zola aveva qualcosa di speciale. Con lui giocavo a occhi chiusi. Un ragazzo intelligentissimo, dotato di piedi d’oro”.

FENOMENO BUFFON. Nelle giovanili cresceva un certo Gigi Buffon che poi esordì in serie A negli ultimi anni di Asprilla al Parma. “Prima delle partitelle del giovedì, spesso, entrava nel nostro spogliatoio, veniva da me e da Crespo e ci diceva con tono sicuro: “Oggi non mi segnate neppure un gol”. Mostrava già grande esuberanza. Poi gliene facevamo cinque a gara ma lui si esibiva comunque in parate prodigiose“.

I MIEI EREDI. E all’orizzonte spunta il nuovo Asprilla. “Mbappè sicuramente. Però stravedo anche per Pulisic del Borussia Dortmund: è un calciatore che fa la differenza”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News