Resta in contatto

Calciomercato

Krause: “Il mercato? Giovani o no, serve il talento”

Il presidente ha parlato anche degli infortuni: “Abbiamo cercato un’unica fonte della verità. Sono poi gli esperti a decidere su basi scientifiche per decidere come intervenire per evitare che l’infortunio si ripeta”

A margine della conferenza stampa relativa al Parma Femminile, il presidente Kyle Krause ha parlato anche di tematiche che riguardano la prima squadra, come il mercato e gli infortuni. “Per quanto riguarda gli infortuni sono stati esaminati: abbiamo cercato un’unica fonte della verità. Allenatore, medico, fisioterapista hanno idee rispetto a cosa possa essere buono per i giocatori: sono poi gli esperti a decidere su basi scientifiche per decidere come intervenire per evitare che l’infortunio si ripeta. Utilizzeremo questi data di cui vi parlavo prima per ridurre l’occorrenza e l’incidenza degli infortuni e per trovare le soluzioni sulla riabilitazione per far tornare i giocatori il prima possibile. Per il centro sportivo l’intenzione è quella di attuare una trasformazione rispetto a quella già presente a Collecchio. Abbiamo già iniziato a lavorare su questa trasformazione, ma contrariamente allo stadio non abbiamo ancora un vero e proprio programma. Posso ipotizzare il 2023 gli inizio dei lavori a Collecchio.

STRATEGIE – Se pensiamo alla stagione passata abbiamo ingaggiato una decina di giocatori con grande esperienza tra serie A e B, e tra l’altro non tutti con grande successo. Per la prossima stagione la strategia su cui stiamo lavorando è dirigerci su giocatori più giovani rispetto a quelli della scorsa stagione. Dire più giovane è molto relativo, ma l’intenzione è quella di avere giocatori che abbiano avuto esperienza tra A e B. Abbiamo una base abbastanza buona, ci sono giocatori che hanno una certa esperienza con la serie B. Questa sarà la base per la trasformazione o la rivoluzione in vista della prossima stagione. Proprio ieri abbiamo presentato Fabio Pecchia che la scorsa stagione ha giocato una stagione con giocatori molto giovani e nuovissimi per la serie B. Il punto cruciale non è tanto giovane o vecchio, ma il talento: se guardiamo la rosa dell’anno scorso, abbiamo uno zoccolo duro molto significativo. Quello di cui abbiamo bisogno è integrare giocatore allo zoccolo duro della squadra. Non vi farò mancare i miei tweet”.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Calciomercato