Resta in contatto

Approfondimenti

Il futuro in otto giorni: il Parma si gioca tutto

Atalanta, Frosinone e Torino. I crociati a caccia di punti che possono chiudere la pratica e far svoltare il Parma verso l’obiettivo sensibile

Periodo cruciale questo per il Parma. La sconfitta con la Lazio ha in qualche modo riavvicinato i crociati verso il basso, pur mantenendo un margine sicuro in cui non si denota rischio. Per ora. Perché i nove punti di distanza dal Bologna rappresentano un bel fortino da proteggere e un bottino – se possibile – da arricchire domenica dopo domenica.

A partire dalla prossima. C’è serenità in casa Parma, dove il campanello d’allarme è scattato però domenica, all’indomani di una sconfitta sonora e triste rimediata a Roma, da dove i crociati sono usciti con le ossa rotte dopo una sconfitta senza appello. Non vale il paradigma di una squadra più forte che vince contro una più debole, quel Parma privo di spina dorsale ha tolto il sonno anche a D’Aversa. Che in questa settimana si gioca il futuro, oltre che l’obiettivo.

Niente drammi, il sangue è ancora abbastanza freddo, il cervello elabora congetture solide e sensate, ma Atalanta, Frosinone e Torino accompagneranno il Parma in un senso o nell’altro, verso un bivio. Di fronte al quale bisognerà scegliere la strada giusta. Alla ripresa, la squadra di Gasperini non è l’avversario giusto da affrontare. L’Atalanta si gioca punti pesanti, il Parma pure e quindi chi sbaglia alla lunga potrebbe pentirsi. Prima dell’altra gara scomoda, quella contro il Torino che punta dritto all’Europa, il Parma è atteso in mezzo alla settimana dall’impegno dello Stirpe, uno scontro diretto contro l’avversaria che l’anno scorso ha lottato assieme ai crociati per il posto in Serie A. Otto giorni decisivi.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti