Resta in contatto

Approfondimenti

Amarcord: Biabiany e il bersaglio giallorosso

Nella stagione 2013-14, l’ultima in campo a Parma, l’esterno francese segnò sia all’andata che al ritorno in entrambi i confronti vinti dalla Roma di Garcia e Gervinho

PIACEVOLI RICORDI. Nella sua ultima stagione in campo a Parma, prima del lungo periodo d’inattività, Jonathan Biabiany segnò sia all’andata che al ritorno contro la Roma di Garcia che si aggiudicò entrambi i confronti. Il colpo di testa su cross dalla destra di Cassani nella sfida del Tardini alla terza giornata datata 16 settembre del 2013 illuse i crociati poi costretti a capitolare sotto i colpi di Florenzi, Totti e Strootman su rigore procurato dal neoentrato Gervinho, ora passato sulla sponda opposta. Il 2 aprile 2014 nel recupero dell’Olimpico finì 4-2 in favore dei padroni di casa ma la rete della bandiera allo scadere portò ancora la firma dell’esterno francese che quindi siglò un terzo del bottino stagionale (due su sei) proprio a De Sanctis.

IL RITORNO DEL TGV. E non è un caso che Biabiany si sia risvegliato dal torpore alla vigilia del match con i giallorossi: le prove incolori di fronte al Chievo e a Genova e la panchina nel derby emiliano sono state spazzate via dagli strappi in velocità di Firenze, dove ha aiutato la squadra a respirare provocando, nell’ordine, i gialli a Milenkovic e Pezzella e, soprattutto, l’espulsione nella ripresa di Vitor Hugo, costretto a fermarlo per evitare guai peggiori. Un ritorno in grande stile del Tgv che finora si era distinto quasi esclusivamente per un lodevole e dispendioso lavoro in copertura ma non aveva ancora mostrato sprazzi di quel talento ammirato a lungo in passato da queste parti.  Soprattutto, quando si trovava la Roma da avversario.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti