Resta in contatto

Pagelle

Parma-Fiorentina 1-2, la pagella di ForzaParma

Sepe tiene in vita il Parma, Kucka lotta, Gervinho e Karamoh latitano e Kurtic va a intermittenza

Sepe  7 – Spiazzato da Pulgar, entrambe le volte su rigore, si limita a controllare qualche conclusione da fuori della Fiorentina che con Venuti aveva colpito una traversa. Decisivo su Cutrone e Chiesa nel secondo tempo.

Darmian 5,5 – Il tocco di mano involontario che costa al Parma il secondo rigore lo manda al tappeto. Accusa il colpo, non argina mai Ribery nel primo tempo e soffre la fisicità di Duncan nel gioco di catena. Meglio nella ripresa, ma gioca a scartamento ridotto.

Iacoponi 5,5 – Ribery non dà punti di riferimento, soffre un po’ nel calcolare le distanze e accorciare senza riferimento, va meglio quando Cutrone gli dà l’appoggio. Nella ripresa governa come può ma quando va all’attacco per dar euna mano lascia la difesa comprensibilmente sofferente.

Bruno Alves 6 – Lotta con Cutrone, fisicamente è insormontabile. Nel secondo tempo va a dare man  forte davanti, nei minuti finali, ci mette il piedone per salvare su Chiesa che sarebbe andato a colpo quasi sicuro.

Gagliolo 5 – Il peggiore nel primo tempo: causa il rigore facendosi beffare da Venuti che lo punta e gli scappa via, si divora il gol del pareggio da buona posizione. Nel secondo tempo meglio ma soffre ed esce.

74’ Pezzella 6 – Entra bene, ha una ventina di minuti per far valere la sua freschezza, se non altro in maniera confisa ci prova. Confeziona un traversone per Kucka abbattuto in area.

Kucka 6 – Il suo apporto alla mediana non è lo stesso di sempre, soffre perché preso in mezzo sulla destra da Ribery e Dalbert. Nel secondo tempo parte forte e si guadagna il calcio di rigore che trasforma. Poi lotta con il cuore ma non basta.

Brugman 5 – Regia stanca, come a Verona. Mai un lancio profondo, mai un cambio di ritmo. Nel secondo tempo ha più spazio, ma non lo sfrutta.

74’ Grassi 6 – Minuti preziosi per il centrocampista del Parma che ritrova il campo dopo l’8 marzo, ultima uscita con la Spal. L’apporto servirà più avanti.

Kurtic 5 – Altra gara vissuta da latitante, ha campo ma non riesce a prenderselo né a distruggere il gioco della viola. Pecca spesso di improvvisazione.

Kulusevski 5,5 – La Fiorentina gli concede poco campo, lui si prende quel poco che ha cercando di andare sul sinistro e rientrare come al solito. Qualche tentativo di dialogo nello tretto e un cross per Gagliolo. Poco.

81’ Siligardi sv.

Karamoh 5 – Non ha mai inciso: ha giocato da falso nueve e ha sofferto la fisicità della difesa viola. Esce senza rimpianti.

Dal 46’ Cornelius 6 – Fa comunque di più di Karamoh, in un tempo. Gioca e lotta, non è semplice ma ci prova. Qualche sponda, è comunque un pensiero in più per i difensori della Fiorentina devono cercare di spostarlo e di guadagnare in fisicità.

Gervinho 5 – Inesistente: si incaponisce nella soluzione personale anche quando non serve. E non riesce a essere decisivo neanche nell’uno contro uno.

85’ Sprocati sv – Il tiro in pieno recupero sfiora il pareggio.

D’Aversa 5 – Ne cambia cinque, va sotto su calcio di rigore per un’ingenuità di Gagliolo su Venuti. Poi subisce il raddoppio dopo aver visto un minimo di reazione da parte dei suoi. Poca cosa, comincia all’arrembaggio il secondo tempo. Accorcia subito il Parma, ma le idee non sono un granché e non basta lo sforzo per arrivare al pareggio che avrebbe tutto sommato meritato. Resta in piedi – va detto – per merito di Sepe e per colpa di una Fiorentina che non chiude la partita.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Pagelle