Resta in contatto

Approfondimenti

L’Empoli fa harakiri, salvezza sempre più vicina

Il terzo segno X di fila dà la possibilità di aumentare ulteriormente il margine sul terzultimo posto occupato sempre dai toscani

Il Bologna rinviene forte, Cagliari e Spal sembrano essersi messe quasi al sicuro ma il Parma può guardare con ottimismo e fiducia alle restanti cinque giornate di campionato. Il terzo pareggio di fila, di sicuro il più prestigioso al cospetto del Milan in piena corsa Champions, dà la possibilità di aumentare ancora di più il margine sul terzultimo posto occupato sempre dall’Empoli. Travolto in casa proprio dalla Spal e ora distante sette lunghezze che diventano otto considerando il vantaggio dei crociati negli scontri diretti. Tre gare di “bonus” a 450′ dal termine del campionato: se non è un’ipoteca sulla salvezza poco ci manca.

CALENDARIO. La grande occasione per chiudere virtualmente i conti potrebbe già capitare al prossimo turno quando la truppa di D’Aversa farà visita al Chievo già retrocesso e in caso di vittoria potrebbe salire a quota 39 in classifica. Attenzione però perchè i veneti ieri hanno espugnato a sorpresa il campo della Lazio e vogliono chiudere a testa alta una stagione disgraziata fin dall’inizio. Sulla carta anche i successivi impegni al Tardini con Sampdoria, fuori dalle mura amiche molto più perforabile e forse troppo lontana dalla zona Europa, e, soprattutto, Fiorentina, concentrata ormai solo sulla semifinale di Coppa Italia, non sembrano affatto proibitivi al fine di tagliare la fatidica soglia dei “40” (ma difficilmente ne serviranno così tanti) che garantirebbe la permanenza in serie A. Rendendo persino ininfluente il derby della via Emilia con il Bologna, risalito a meno due e forse utile solo per giocarsi il primato calcistico della regione in un’entusiasmante volata a quattro che include Sassuolo e Spal.

EMPOLI NEI GUAI. E per la prima volta in stagione i crociati potrebbero tifare gli stessi rossoblù di Mihajlovic che tra meno di una settimana ospiteranno al Dall’Ara l’Empoli sempre più inguaiato. Di fatto per poter sperare di arrivare davanti, oltre ad un crollo verticale del Parma apparso in salute, i toscani sono costretti a vincere almeno tre-quattro (in pratica la metà dei successi strappati finora) delle ultime cinque partite tra Bologna appunto, Fiorentina, Samp, Torino e Inter, che pur giocando a San Siro dovrebbe aver già strappato il pass per l’Europa. Una missione quasi impossibile alla luce di un calendario ostico che fa tirare un grosso sospiro di sollievo alle altre dirette concorrenti.

LE ALTRE. In mezzo tra Parma e Empoli, infatti, si trovano, assieme al Bologna, pure Genoa, la più in crisi del lotto, e Udinese, svanito in parte l’effetto Tudor, che sono ancora artefici del loro destino. Per i rossoblù Atalanta e Roma da bollino rosso ma le altre contro Spal, Cagliari e Fiorentina non rappresentano ostacoli insormontabili, i friulani affronteranno, invece, nell’ordine Atalanta, Inter, Frosinone, Spal e Cagliari, di cui le ultime tre più che sufficienti a raccogliere i punti necessari.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti