Forza Parma
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

D’Aversa, la salvezza vale il rinnovo

Dopo aver raggiunto l’obiettivo, la società si siederà intorno a un tavolo con il suo allenatore per discutere sul futuro

E’ ancora presto per sedersi al tavolo e discutere. Parlare di piani e proposte, richieste da soddisfare ed eventuale strategia. Ma il Parma ci pensa da sabato pomeriggio, dopo la vittoria ottenuta sul Genoa che non ha di fatto cambiato gli obiettivo (non ancora raggiunti, tra l’altro) ma ha modificato in meglio gli umori.

Basta guardare gli abbracci, i sorrisi e i pugni chiusi branditi verso chiunque per pesare le situazioni e farsi un’idea secondo cui la vittoria sul Genoa sia una di quelle che hanno un significato molto importante. Non è ancora tempo di rilassarsi, tra una settimana potrebbe cambiare tutto e ritrovarsi ancora a discutere facendo ragionamenti che a Parma si conoscono a memoria, ma il tentativo di tenere alta l’attenzione e la tensione passa inevitabilmente anche da Roma.

Dopo ci sarà da valutare due, tre situazioni che possono pesare sull’economia di qualche decisione. Che riguardano più la prossima stagione che quella attuale, ancora da portare in fondo, va detto. L’obiettivo di inizio stagione non è distante, ma il Parma lo ha in pugno. Non ci si può rilassare e farsi distrarre da questioni che – a oggi – non sono d’attualità. Ma che a breve potrebbero esserlo.

Come il contratto di Roberto D’Aversa, con scadenza giugno 2020. Frutto dell’ultimo rinnovo ufficializzato nel giugno 2018, accompagnato dalle dichiarazioni di Pietro Pizzarotti, fresco di presidenza: “E’ l’allenatore ideale per noi. Fosse per me rimarrebbe qui dieci anni”. E in questo senso, le esternazioni del numero uno crociato vanno lette come intenzione di legarsi profondamente al tecnico, pur sapendo che le cose nel calcio cambiano velocemente.

La situazione più facile da immaginare potrebbe essere la seguente: al raggiungimento di alcuni obiettivi, i dirigenti del Parma probabilmente incontreranno il tecnico per pianificare la strategia. L’intenzione della società è quella di evitare che si vada a cominciare la stagione successiva con un allenatore in scadenza di contratto. Il tecnico, a sua volta, potrebbe accettare l’idea di continuare come da lui stesso ammesso dopo la gara con il Genoa: “Sono felice di avere un contratto con il Parma”.

Tecnico e società potrebbero – a meno di clamorosi retroscena e inserimenti esterni di top club (non previsti, si parla di Fiorentina ma l’accostamento è frutto più dell’investitura di Faggiano che eventualmente potrebbe coinvolgere anche D’Aversa) – sottoscrivere il terzo rinnovo.

Fino ad ora la strategia societaria ha portato bene, chissà che non si continui a percorrere la strada intrapresa. Ma questi discorsi saranno da avanzare tra qualche settimana.

Subscribe
Notificami
guest

22 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Avventura in Friuli per l'ex Parma. Sfiderà la Roma di De Rossi nel recupero, giovedì...
Vediamo insieme come i quotidiani, e la nostra redazione, hanno votato la prestazione dei crociati...
Ecco la rubrica di ForzaParma che raccoglie e confronta le probabili formazioni dei principali quotidiani...

Dal Network

Il video della conferenza stampa del tecnico rosanero, alla vigilia del match che i siciliani...
Le parole rilasciate dal tecnico dello Spezia nella conferenza stampa post gara....
Tre errori clamorosi delle Aquile: il possibile vantaggio sprecato da Kouda sullo 0-0, la mancata...

Altre notizie

Forza Parma