Resta in contatto

News

Faggiano: “Il riscatto di Inglese? Mai dire mai…”

Faggiano

“Il mio mercato dura 365 giorni, voglio tenere tutto sotto controllo, dai campionati dilettanti alla serie A”. Così il direttore sportivo al Corriere dello Sport

Con pochi soldi ce la siamo cavata bene ugualmente, le necessità aguzzano l’ingegno“. Daniele Faggiano non parla di mercato. Nell’intervista concessa al Corriere dello Sport il direttore sportivo del Parma ripercorre all’indietro la sua avventura, spiega come ha costruito una squadra che sta facendo bene e che deve fare ancora meglio. “Ho parlato con la società, la parte cinese era attenta ai numeri e ai costi, e allora ho cercato di rientrare nei parametri. Ho speso 5, 5 milioni,  5,2 per la precisione. Siamo andati avanti con Con i prestiti. Mi sono fatto dare Sepe, Inglese e Grassi dal Napoli, io ho comprato Stulac e basta.  Inglese? Cristiano Giuntoli ha fatto i suoi interessi, non ti dico altro. Se vuoi essere competitivo e non hai budget, devi fare questa scelta, non ci sono alternative, altrimenti che squadra fai… Io mi sento uno dei soci senza portafoglio, se io non vivo una sfida con me stesso tutti i giorni, diventa dura”. 

GERVINHO –  “Non dormendo la notte. E appena ho pensato a lui, sono stato elettrizzato fino al momento in cui non l’ho raggiunto al telefono. Sai, in Cina non stava facendo bene, e aveva numeri altissimi, sbagliare questo giocatore sarebbe stato grave per la società.  Mi sono convinto che era l’uomo giusto per noi dopo averlo incontrato, parlando con lui ho capito che aveva grandi motivazioni. A quel punto mi sono preso le mie responsabilità, rischiando anche sul mio”.

DESTRO –  “Un mio amico. L’ho cercato ma non è stato possibile prenderlo. La verità è che il Parma non se l’è potuto permettere. Non ha voluto darcelo in prestito secco, e con un’altra formula non potevamo prenderlo”.

OBIETTIVO – “La salvezza. La serie A è una trappola, l’anno scorso hanno fatto fatica a salvarsi anche squadre che avevano fatto un grande girone di andata. Sarà una partita che non dovremo sottovalutare, e se per il Bologna è molto importante, lo è anche per il Parma“.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News