Resta in contatto

News

Parma, il futuro del club è sempre più roseo

La Gazzetta di Parma si sofferma sui possibili nuovi orizzonti prodotti dall’ennesima dimostrazione di solidità dei sette soci di Nuovo Inizio

LIETA NOTIZIA. Il giorno dopo la deludente partita di Genova ci ha pensato direttamente la società a risollevare il morale ai tifosi più abbattuti. Nuovo Inizio, il gruppo di imprenditori parmigiani che nell’estate del 2015 hanno fatto rinascere il Parma dalle ceneri del fallimento Ghirardi, ha sottoscritto e versato un aumento di capitale di 11,7 milioni. Una ricostituzione del capitale in base alla quale ora Link International avrà un mese di tempo per immettere la propria cifra del 30% pari a circa quattro milioni: se Lizhang non salderà questo onere Nuovo Inizio tornerà in possesso del 90% delle quote con Parma Partecipazioni Calcistiche al 10 come da statuto.

ZERO DEBITI. Come specificato nel comunicato emesso ieri, il versamento ripiana le perdite non solo di fine bilancio 2018, cioè al 30 di giugno, ma copre anche i primi sei mesi di serie A consentendo di presentarsi nel nuovo anno con zero debiti all’attivo. Il bilancio verrà pubblicato entro fine mese ma si parla di un ulteriore segno meno di una ventina di milioni che farebbe lievitare l’esborso complessivo in 40 milioni per scalare tre categorie. Un esempio virtuoso, senza ricorrere a strani artifici contabili, che si allinea all’impresa sportiva maturata sul campo.

FUTURO ROSEO. I conti perfettamente in ordine, un centro sportivo all’avanguardia e mezza salvezza già in tasca potrebbero indurre qualche “imprenditore sportivo” ad interessarsi all’acquisto della società per mantenere il Parma nel calcio dei “grandi”. Un’esigenza tuttavia non così prioritaria considerando che l’impegno economico, la passione, la vicinanza alla squadra dell’attuale gestione, unita agli introiti dei diritti tv, consentirebbero di poter vivere tranquillamente almeno un’altra annata in serie A.

AUTOFINANZIAMENTO. Ora il prossimo step potrebbe essere quello di arrivare all’autofinanziamento, senza dover ricorrere agli aumenti di capitale, attraverso i risultati sportivi e la formazione di giovani talenti. In un futuro a breve termine caleranno i prestiti e aumentano i giovani cresciuti nel Parma che dovranno garantire una lunga e sana vita al club.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News