Resta in contatto

News

Sampdoria, Defrel incrocia il suo passato

La punta dei doriani, scavalcata da Caprari nelle gerarchie di Giampaolo, si ritrova nuovamente di fronte il Parma che lo fece debuttare in serie A

L’ESORDIO. Per Gregoire Defrel quella di domenica potrebbe non essere una partita come tutte le altre: a distanza di quattro anni dalla prima e unica volta con la maglia del Cesena, l’attaccante della Sampdoria incrocerà nuovamente il Parma che lo fece debuttare in serie A. Una sola presenza, nove minuti per l’esattezza, il 22 maggio del 2011 nell’ultima giornata a Cagliari quando il tecnico Franco Colomba lo inserì in campo nel finale al posto di Modesto. Un premio meritato per quanto aveva saputo fare in due stagioni tra le fila della Primavera gialloblù, in cui nella prima parte veniva utilizzato in coppia con un certo Gianluca Lapadula.

LUNGIMIRANZA. A testimoniare la lungimiranza dell’allora responsabile del settore giovanile, Francesco Palmieri, che lo promosse al provino, nonostante fosse sovrappeso, intravvedendo in lui enormi potenzialità. Le 44 presenze e otto reti gli diedero ragione e da lì intraprese una rapida ascesa tra Foggia, Cesena (famosa la querelle del presidente Lugaresi ai tempi del fallimento per riscattarne la metà a costo zero e rivenderlo al miglior offerente), Sassuolo, Roma e ora Samp.

INIZIO COL BOTTO. La prima amichevole estiva la giocò proprio contro il Parma a Trento siglando in pieno recupero il definitivo 3-1 su assist di Ramirez. Non fu certo un episodio isolato perchè in avvio di campionato alla terza e alla quarta giornata realizzò due doppiette consecutive con Napoli e Frosinone e si issò al comando della classifica marcatori. Titolare inamovibile nelle successive settimane, timbrò ancora il cartellino nel Monday Night di fronte alla Spal dimostrando di potersi rilanciare in provincia dopo le difficoltà incontrate alla Roma guidata dal suo mentore Di Francesco.

PROBLEMI FISICI. Poi, però, cominciò ad accusare una serie di problemini fisici che ne stanno tuttora condizionando il rendimento. Il centro della bandiera da fresco ex a Roma resta l’unico altro sigillo e dalla sostituzione nel derby Defrel, se si esclude il gol in Coppa Italia alla Spal, non ha più ritrovato il posto dal 1′ sedendosi in panchina con Bologna e Lazio, in quest’ultima occasione senza nemmeno subentrare. Sempre in favore di Gianluca Caprari che, complice anche il rientro di Ramirez e Saponara sulla trequarti, può ora essere utilizzato principalmente da seconda punta.

SFIDA DA EX. Accanto all’intoccabile Quagliarella il tecnico Giampaolo può vantare tre opzioni affidabili: Caprari al momento sembra in leggero vantaggio su Defrel e Kownacki, in odore di cessione in prestito a gennaio, ma anche a gara in corso il francese, classe ’91, vuole tornare a graffiare da ex. E conquistare una volta per tutte il pubblico di fede blucerchiata.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News