Resta in contatto

Le pagelle di Forzaparma

Fiorentina-Parma 3-3, la pagella di ForzaParma

Sepe non esce mai convinto, cuore Kucka

Sepe 5 – Alla sua centesima con la maglia del Parma, regala il vantaggio della Fiorentina a Milenkovic, nel momento migliore del Parma.

Laurini 6 – Qualche diagonale buona, riesce a leggere le traiettorie – poche per la verità – della Fiorentina. Spinge pochissimo.

Iacoponi 5 – Torna titolare dopo la partita del 24 gennaio contro la Samp, centrale con Bani. Lotta con Vlahovic, affidato più alle cure del compagno di reparto. L’autorete che condanna il Parma è sua. Sfortunato.

Bani 5,5 – Regala il calcio d’angolo dal quale nasce il gol di Martinez Quarta, non perfetto in tante altre occasioni. Nell’uno contro uno lotta con Vlahovic, lo soffre senza concedergli chissà che.

dall’80’ Gagliolo sv – Entrato per contenere al posto di Bani infortunato, fa il suo ma non riesce ad arrivare sull’ultima palla pur andando in scivolata.

Pezzella 5,5 – Si perde Martinez Quarta, di cui non legge il taglio in occasione del gol viola. Nel secondo tempo vede poco Malcuit, che ara la sua zona di campo. Poi vive il finale con grande impeto, mette la palla sulla testa di Man che sbaglia clamorosamente.

Hernani 5,5 – Aveva finito in crescendo la partita con l’Inter, lo sforzo di giovedì evidentemente si è fatto sentire e in una partita imbottigliata non ha trovato sempre il varco giusto.

dal 46′ Mihaila 6,5 – Pronti via, accelera o ci prova, ma non è facile per lui sbarazzarsi di Milenkovic. Poi lo tiene in apprensione, segna il gol che illude.

Brugman 6 – Il Parma ha sempre cercato dalle retrovie la punta, si fa per dire. Lui deve occuparsi più di badare a Borja Valero. Lo fa bene, a tratti. Dà quello che ha.

Kurtic 6,5 – Non riesce a prolungare la traiettoria che porta al gol della Fiorentina, scavalcato dal pallone. Si rimette in sesto, con il graffio del pari momentaneo, fa tante altre cose buone.

Karamoh 5 – Passa il primo tempo a cercare la posizione giusta nella quale collocarsi. Ha poco spazio per muoversi, prova a duettare con Gervinho, ma non ci riesce.

62′ Man 6 – Che occasione per il romeno, che sul tramonto della partita non gira di testa in porta un pallone delizioso di Pezzella. Ha il merito di lanciare la corsa al momentaneo 3-2 di Mihaila.

Kucka 6,5 – Fa a botte con tutti, senza palla deve prendersi cura di Pulgar. Un po’ punta, un po’ trequartista, prova a mandare in verticale i compagni ma non ci riesce. Torna a centrocampo, nel secondo tempo, ammonito: salterà la Roma, ci mette il cuore e lo zampino sul gol del 2-2.

88′ Inglese 6 – Pochi minuti per incidere, li spende bene con l’assist per Mihaila.

Gervinho 5,5 – Si conquista il rigore del momentaneo pareggio, poi qualche iniziativa solitaria, niente di più nel primo tempo. Esce dopo un’ora, non al massimo.

62′ Brunetta 5,5 – Leggero, perde qualche pallone di troppo. Dà qualcosa in termini di freschezza, non è il suo mestiere fare il centravanti. Lodevole per l’impegno.

D’Aversa 6 – Sfortunato, aveva in canna il cambio Busi, si fa male Bani. Costretto a rivedere i piani. I gol della Fiorentina sono tutti… del Parma, e se i suoi non sono attenti si va poco lontani. Prova più del collega Prandelli a vincere la partita. Ma non gli dice proprio bene quest’anno. La fotografia della stagione è quella di Iacoponi che deposita in rete il pallone del 3-3. Ma nella porta sbagliata. Espulso per eccesso di foga.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le pagelle di Forzaparma