Resta in contatto

News

Darmian: “Sconfitta immeritata”

“Il rigore? Potevano esserci gli estremi secondo me, ma l’arbitro è lì per dare un proprio giudizio e anche la tecnologia esiste per dare una mano”

Stiamo parlando di una sconfitta, di un risultato che non volevamo assolutamente. Ci siamo ritrovati sotto dopo dieci minuti, sappiamo che il Verona è una buona squadra molto organizzata. Ci abbiamo provato fino alla fine ma non siamo riusciti a pareggiare questa partita. Parliamo di una sconfitta a mio modo di vedere anche immeritata ma adesso rialziamo la testa e da domani pensiamo alla Fiorentina“. E’ questo il commento di Matteo Darmian, difensore del Parma, dopo il ko interno di oggi contro l’Hellas Verona: “E’ vero che abbiamo diversi infortuni – prosegue – ma non deve essere un alibi: sappiamo che gli infortunati sono calciatori importanti ma coloro che hanno giocato hanno dato il loro contributo e sono sicuro lo daranno fino alla fine del campionato perché abbiamo bisogno di tutti. Il rigore? Potevano esserci gli estremi secondo me, ma l’arbitro è lì per dare un proprio giudizio e anche la tecnologia esiste per dare una mano. Se hanno valutato così, avranno valutato che non ci fossero gli estremi per il calcio di rigore. Abbiamo quattro giorni per recuperare e preparare nel migliore dei modi questa trasferta. Sappiamo che andiamo a giocare contro una squadra forte e in un campo non facile però, come abbiamo fatto in questo inizio di campionato, cercheremo di fare la nostra partita e di fare punti“.

Ci sono analogie tra la sconfitta di oggi, quella con la Spal e quella con il Cagliari? “Penso che a Ferrara siamo mancati nell’atteggiamento sin dall’inizio mentre oggi c’erano la giusta attenzione e determinazione. Sapevamo che non sarebbe stata facile perché il Verona è una buona squadra, alla quale è difficile fare gol. Ci siamo ritrovati sotto dopo dieci minuti con un grande gol di Lazovic e ci abbiamo provato fino alla fine ma non è andata bene, non siamo riusciti a sfruttare le nostre occasioni. Non credo che sia un’esame di maturità rimandato, volevamo dare continuità a quanto di buono fatto nelle ultime due partite. Oggi penso che sotto il punto di vista della prestazione e dell’atteggiamento il Parma non è venuto a meno: stiamo parlando di una sconfitta, magari immeritata, ma sono sempre zero punti. Ora facciamo tesoro degli errori commessi e guardiamo avanti pensando alla Fiorentina“.

Nel finale di gara sì, magari c’era un po’ di nervosismo, ma perché nessuno vuole perdere. Finita la partita tutto si è sistemato e non c’è stato nulla di particolare. Potevo far meglio anche io oggi, sono stato un po’ sfortunato perché nelle occasioni che mi sono capitate sono stato rimpallato o chiuso all’ultimo momento. Il calcio è anche questo, a volte si viene premiati per degli episodi e a volte vanno male: io cerco sempre di dare il mio contributo ogni volta che scendo in campo, poi se dovesse arrivare anche il gol sarei certamente felice“.

Qual è il bilancio di queste prime dieci giornate di campionato? “Penso che sia un bilancio positivo, oggi avevamo un’opportunità importante di dare continuità a quanto di buono fatto fino ad oggi ma purtroppo è arrivata una sconfitta che non volevamo assolutamente. Penso che sia comunque un inizio di campionato più che positivo, bisogna fare tesoro degli errori commessi questa sera e prendere le cose positive per fare punti nelle prossime partite“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News