Resta in contatto

Rubriche

Parma-Verona, la probabile formazione di ForzaParma

Un dubbio per il tecnico D’Aversa: la squalifica di Scozzarella spiana la strada a Brugman che se la vede con Hernani in mezzo al campo

E’ già tempo di tornare in campo. Il pareggio di San Siro spinge il Parma ad andare oltre i problemi di una rosa ridotta oggi all’osso. Dove a disposizione del tecnico ci sono appena quattro difensori. L’infortunio di Gagliolo, occorsogli sabato pomeriggio a San Siro, ha ingrossato le fila degli indisponibili andando ad affollare l’infermeria già zeppa con Laurini, Bruno Alves, Grassi, Cornelius e Inglese. Ai quali si aggiunge l’assenza forzata di Scozzarella, fermato dal giudice sportivo per una bestemmia. Giocatori che hanno un peso enorme all’interno dell’economia della squadra, concentrata a correre verso una salvezza tutta da guadagnare.  E non inganni il pari contro l’Inter che sa di beffa. L’ordine di Bob è quello andare oltre e dimenticarsi in fretta di un sabato speciale. Il Verona è squadra che sa giocare a calcio, non abituata a nascondersi, a giocarsela a viso aperto e a rischiare.

D’Aversa lo sa e per questo fa il pompiere: “Non ci deve interessare quello che abbiamo fatto sabato, pensiamo solo al Verona”. Il Verona che arriva con il bisogno di fare punti dopo la batosta subita in casa con il Sassuolo e la voglia di incamminarsi verso strade sicure e lontane dalle difficoltà. I punti in una sfida salvezza valgono doppio e questo D’Aversa lo sa bene. Il tecnico, in mezzo a mille difficoltà, deve scegliere la formazione migliore con a disposizione 18 uomini. Due dei quali, Colombi e Alastra, sono portieri. Altri due – Camara e Adorante – sono due Primavera aggregati più per numero che per bisogno. Nonostante queste problematiche, D’Aversa ha a che fare con un paio di dubbi: uno a centrocampo, dove Scozzarella e Brugman si contenderanno una maglia da titolare, l’altro davanti, con Karamoh che va verso la conferma a danno di Sprocati. Ma il pensiero di schierare l’ex Salernitana potrebbe stuzzicare il tecnico.

In ogni caso, davanti a Sepe, per forza di cose, dovrebbero esserci Darmian, Iacoponi e Dermaku, con Pezzella a completare il reparto. In mezzo Kucka, Hernani insidiato da Brugman, con Barillà pronto a riprendere il suo posto dopo il giorno di riposo concessogli da D’Aversa. Davanti, come detto, spazio a Kulusevski, con Gervinho e Karamoh (più di Sprocati) pronto a ripetere l’exploit di sabato.

La probabile formazione di ForzaParma:

PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Dermaku, Pezzella; Kucka, Hernani, Barillà; Kulusevski, Gervinho, Karamoh. All: D’Aversa

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
luca barazzoni
luca barazzoni
11 mesi fa

cambire allenatore non va bene e non vincremo mai

luca
luca
11 mesi fa

mancha silingradi pachina

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Rubriche