Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Forza Parma

Parma-Frosinone 2-1, la pagella di ForzaParma

Bene Juric, un gigante. Man spreca un paio di ripartenze

Buffon 6,5 – Decisivo su Mulattieri al 6′, quando stoppa il pallonetto un po’ pretenzioso dell’ex Inter che sognava il gol della domenica. Si disimpegna in un paio di uscite alte. Non ha un grosso da fare, esce al 90′ per un problemino muscolare alla coscia sinistra.

90′ Chichizola sv – Un’uscita a blindare il risultato alla fine.

Delprato 6,5 – Sempre pulito in difesa, innesca lui l’azione del rigore che porta all’1-0 pescando in area Camara con un tocco da regista.

Circati  6 – In difficoltà su Caso solo un paio di volte all’inizio. Si setta e si registra sulle frequenze della gara. Miracoloso un suo intervento in scivolata che impedisce a Garritano di buttarla dentro. Un paio di interventi a pulire l’area. Sul gol

Valenti 6 – Dopo un paio di sbandate, prende le misure e fa buona guardia. Fa sentire un paio di volte la ‘presenza’ con diagonali e corpo a corpo energici. Sul gol sbaglia il fuorigioco e tiene in liena Moro. Poi arremba nel finale.

Oosterwolde 6,5 – Ha sul piede una buona palla, la calcia bene verso Turati che fa il suo dovere. Forse poteva darla a Inglese ma ha visto la porta e ha calciato. In fase difensiva è cresciuto, corre e lotta. Sostanza.

Juri 7 – Prova di carattere per il granatiere di Spalato che calamita diversi palloni. La sua fisicità serve come il pane, in partite come queste si esalta.

Estevez 6 – Più raffinato di Juric, mette ordine e ringhia come al solito.

84′ Sohm sv.

Camara 6 – Su una sua fiammata innescata da Delprato, Frabotta lo atterra in area di rigore alla fine del minuto di recupero. Prima, la sua partita era stata più di sostanza che di qualità. Tanta corsa a tappare la falla a destra. Prende una botta alla coscia destra, Pecchia lo lascia fuori per questo.

46′ Man 5,5 – Entra e va sul dischetto sicuro. Insacca invece con il brivido, poi sciupa un paio di palloni con i quali si potevano chiudere la partita prima.

Vazquez 5,5 – Nervoso, trova poche giocate degne del suo talento. Sarà perché gli avversari lo marcano stretto riservandogli il classico trattamento che merita il più forte. Ma ne azzecca poche nel primo tempo. Lascia il rigore a Tutino, leader. Poi lavora tanti palloni e prende tanti falli.

Tutino 6 – Gli spetta di diritto il posto a sinistra, ad Ascoli era stato tra i migliori, con il Frosinone per un’ora fa quello che deve. Supporta e dà una mano dietro. Poi reclama il rigore che Vazquez gli concede, fa arrabbiare Pecchia che voleva sul dischetto El Mudo ma porta in vantaggio i suoi.

60’Hainaut 5,5 – Entra bene, grande corsa e conduzione palla al piede da tenere d’occhio. Una sua discesa palla al piede e un tiro da casa sua hanno fatto sussultare il Tardini. Ma due gialli in mezzora sono troppi.

Inglese 6 – Stavolta non segna ma si batte come un leone, dandosele (le ha prese, per la verità) con Lucioni. Non si tira mai indietro.

84′ Benedyczak sv.

Pecchia 6,5 – Parte lento, il suo Parma. Poi si rimette in pista e trotta. Compatto, rischia poco tranne che in un finale allungato da un maxi recupero e da qualche decisione arbitrale discutibile. Sbotta sui due rigori, ma la squadra gli somiglia terribilmente e fa le cose che gli dice di fare. Vittoria pesante, questa. Che fa sognare.

36 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

36 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le pagelle di Forza Parma