Resta in contatto

Calciomercato

Ooste e Zaga: per Pecchia sono ok

I due terzini sinistri piacciono al tecnico che durante il ritiro li ha spesso alternati. Ma dal mercato ci si attende qualcosa in più, davanti soprattutto

La prima parte del ritiro si concluderà venerdì. Al Tardini il Parma riceverà il Lecce, squadra di categoria superiore che testerà i progressi degli uomini di Pecchia. Il tecnico promuove la rosa e aspetta un rinforzo (o due) davanti. Ha l’urgenza di un giocatore che garantisca sostanza e qualità sull’esterno: è la priorità del Parma che, tra la Val di Pejo e la settimana a Pinzolo, ha messo nel motore benzina per affrontare l’imminente inizio di stagione. Tra poco si farà sul serio e anche Fabio Pecchia è curioso di toccare con mano i progressi di una squadra che sta lavorando per costruire un’identità e una mentalità vincente, ripulendo le macerie di un’annata fallimentare come quella che ormai è alle spalle. E in queste settimane di lavoro il tecnico ha potuto valutare il parco giocatori a disposizione. Promuovendone parecchi.

Tra questi ci sono anche Jayden Oosterwolde e Vasilios Zagaritis. La catena di sinistra ha destato buone impressioni, Pecchia ha alternati i due ragazzi durante le amichevoli contro Samp e Feralpisalò, riconoscendo comunque buone qualità nei due calciatori. Il primo, Oosterwolde, è una scommessa che la società in primis è convinta di vincere. L’olandese ha un gran fisico, è dotato di ottima corsa e può crescere. Ma nel calcio spesso serve anche altro. Roba che fino ad ora Jayden non ha mostrato. Ma l’attitudine con la quale lavora quest’anno è sicuramente la nota più positiva per il Parma che spera di poter coltivare un talento.

Su Zagaritis Pecchia e Krause vanno d’accordissimo. Il presidente spinge per tenere il greco, è un pupillo del magnate americano. E per il tecnico rappresenta una carta da giocarsi eventualmente in un campionato complesso che conosce già a mena dito, avendolo vinto due volte. Il tecnico ha insistito per valutarlo in ritiro, lo ha provato esterno basso (il suo ruolo) ed esterno alto (nei tre dietro alla punta) ma più per bisogno. Zagaritis ha dato evidentemente risposte confortanti. 

Anche se l’impressione è che qualcuno da qui alla fine del mercato arriverà

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Calciomercato