Resta in contatto

News

E’ scomparso Corrado Marvasi, colonna e bandiera della comunità del Parma Calcio

Per tutti era ‘Corradone’, uomo generoso e sempre pronto ad aiutare gli altri. Se ne va un pezzo di storia della città e del Parma

Un pezzo del Circolo Aquila Longhi e della città di Parma se n’è andato per sempre. E’ scomparso Corrado Marvasi, storico imprenditore titolare della Ciemme, la ditta che lavorava al confezionamento e alla riscelta delle merci per conto delle maggiori vetrerie d’Italia. Corradone era un appassionato di calcio. Aveva 72 anni, da sempre era in prima linea con iniziative solidali assieme al suo circolo immerso nel cuore dell’Oltretorrente, ai Lions Club Bardi Val Ceno, con cui spesso ha partecipato alla raccolta di occhiali usati o altre iniziative in favore di chi viveva in stato di difficoltà, anziani e ammalati. Corradone, così come lo chiamavano tutti, era un tifoso storico del Parma.

 

Il comunicato del Parma

Il Parma Calcio 1913 piange Corrado Marvasi, scomparso in queste ore, e porge le più sentite condoglianze alla sua famiglia. Tutto il Parma Calcio (proprietà, dirigenza, staff tecnico, calciatori, dipendenti e collaboratori), in questo triste momento, è vicino ai famigliari di Corrado, colonna e Bandiera del nostro tifo organizzato e punto di riferimento per tante iniziative del club Crociato. Marvasi, era il presidente del Parma Club ‘Amigh dal Parma’, di cui è stato il fondatore. Nel nome dato al ‘suo’ gruppo di tifosi, affiliato al Centro Coordinamento Parma Clubs, risiedeva tutta la sua passione.

Amico del Parma Calcio, Corradone lo era davvero. Sempre in prima linea. Allo stadio Ennio Tardini e in trasferta. In ogni condizione e qualsiasi fosse il percorso. Memorabili rimangono i ricordi dei suoi viaggi europei al seguito della squadra negli Anni Novanta. Commovente resta la memoria di una sua presenza in tribuna all’Ennio, in una gelida domenica dicembrina, per la celebrazione della fondazione del Parma Calcio, nonostante fosse appena stato dimesso da un ricovero ospedaliero.

Sempre disponibile, soprattutto nei momenti di difficoltà, anche quella estrema, come fu per esempio il fallimento societario.

Sempre generoso, artefice, promotore e collaboratore indispensabile delle attività di solidarietà che coinvolgevano insieme tifoseria e club. In aiuto, in particolare, ai bisogni della città, ma anche ai territori italiani colpiti da terremoti e alluvioni.

Infintamente parmigiano. Espressione profonda del quartiere più antico di Parma, l’Oltretorrente, di cui il circolo ‘Aquila Longhi’ che presiedeva con orgoglio ne è l’emblema.

Diffusore del senso d’appartenenza alla Maglia Crociata, grazie alle ospitate di allenatori e giocatori proprio nello scrigno di autentica parmigianità popolare che è il circolo oltretorrentino. Ancorato alla storia del Parma Calcio, con cui condivideva, fiero della coincidenza, la data di nascita (16 dicembre), fu uno dei fulcri organizzativi dell’associazione Ex Gialloblù. Corradone è stata una delle vere anime della grande comunità del Parma Calcio. Ciao, Crociato !!!

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News