Resta in contatto

Le pagelle di Forzaparma

Parma-Perugia 1-1, la pagella di ForzaParma

Bene Osorio, Vazquez e Tutino non incidono

Buffon 6 – Poca roba, da quando è arrivato Iachini ha meno lavoro da fare. Eppure il Parma ha rischiato di perdere anche oggi. Cerca di tenere su i compagni, leader indiscusso di una squadra con poca anima.

Osorio 6,5 – Combatte, nel vero senso della parola, contro De Luca e soci. Non va quasi mai in affanno, riesce a spuntarla e da qualche partita sembra aver capito come si fa.

Danilo 5,5 – Matos in un’occasione lo supera senza problemi, nel primo tempo. Poi sembra gestire fino a che Sgarbi, in occasione del pari, gli sfila davanti dopo aver superato di slancio anche Cobbaut. La marcatura a uomo non ha funzionato.

Cobbaut 6 – Stinge tardi la marcatura su De Luca, al 20’, nell’occasione più nitida per gli ospiti. Per sua fortuna va fuori. Un po’ distratto, si rimette in piedi anche se dalla sua il Perugia spinge. Regala un po’ di campo, ma non demerita.

Rispoli 6,5 – Pronti via, debutto con assist e sicurezza. Blinda la destra, neutralizza Lisi fino a quando ne ha. Niente di trascendentale, ma quanto è mancata la normalità di fare le cose come si fanno. Semplici e pulite.

75’ Man sv – Ha poco tempo per accendersi.

Sohm 5,5 – Interpreta bene il ruolo, si costruisce pure un’occasione per il raddoppio, nel primo tempo, ma Chichizola è bravo. Qualche errore di misura, nei passaggi soprattutto, ma rischia di avviare il contropiede con una fucilata su punizione nel tentativo di servire Vazquez.

Schiattarella 6 – Smista qualche palla pesante, poche a dire la verità perché non c’è bisogno del solito fuoco al quale lui era abituato. Da quando è a Parma la fiammella sembra essere spenta, ma oggi ha vissuto d’esperienza e di lettura. Esce dopo aver dato tutto, colpa di una botta che lo limita.

64’ Juric 5 – Entra per bilanciare, per portare muscoli a un reparto al quale servono innesti. Niente. Ne indovina poche.

Vazquez 5 – Un po’ pigro nel primo tempo, porta troppo il pallone e Iachini per questo – anche – lo rimbrotta. Troppo lento a gestire la sfera, gli avversari gli saltano addosso e lui non è mai pericoloso.

Delprato 6 – Solita disciplina e puntualità negli interventi, assiste la fase difensiva e quella offensiva. Ammonito per eccesso di zelo da parte dell’arbitro, fa la sua onesta gara.

75’ Felix 5,5 – Combina di più rispetto a Man, ma non riesce a incidere come vorrebbe.

Tutino 5 – Ne prende poche: si danna l’anima nel primo tempo, ma litiga spesso con il pallone senza combinare con Inglese né con i centrocampisti.

58’ Benedyczak  5 – Stretto tra i difensori avversari, si fa anticipare spesso senza trovare il pallone. Fuori fase.

Inglese 6 – Gol a parte, zampata da veterano dell’area di rigore, Inglese rincorre gli avversari, si sbatte e torna indietro senza paura di prendersi qualche calcione. Il Tardini trattiene il fiato quando lo toccano alla caviglia, ma si rialza e combatte.

Iachini 6 – Magari i suoi calciatori avessero la sua grinta: si danna l’anima, si sbraccia, ma niente. Deve fare con quel poco che ha, alla fine perde la pazienza e nel tentativo di recuperare il pallone per rimetterlo in campo subito colpisce Falzerano. L’arbitro lo ammonisce, lui non ci sta e a furia di protestare rimedia il rosso. La squadra sembra sulle gambe, rischia di più rispetto ad Ascoli, e deve ringraziare il Perugia se porta a casa un punto.

13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le pagelle di Forzaparma