Resta in contatto

Approfondimenti

Rientra Osorio, speranza Mihaila

Cagliari ultima spiagga: dubbio a centrocampo. Kucka e Grassi lottano per una maglia da titolare

La buona notizia in casa Parma c’è: Valentin Mihaila si è allenato con i compagni. Il romeno resta rimane sotto osservazione dello staff medico, che quest’anno tante volte ha ‘consegnato’ prima a Fabio Liverani poi a Roberto D’Aversa, giocatori guariti, salvo poi infortunarsi nuovamente a distanza di 24-36 ore. Ricadute che hanno riacutizzato vari problemi muscolari, come nel caso di Cornelius, ad esempio. Intanto a 48 ore dalla sfida delle sfide, D’Aversa si trova a fare la conta degli indisponibili, accorgendosi che è più lunga del previsto. Hernani, a parte anche nell’anti-vigilia, proverà fino alla fine, così come Andrea Conti.

Il disperato bisogno di punti da parte del Parma va di pari passo con la necessità di avere garanzie in tutti i ruoli. Squalificato Gagliolo, con Bani in coppia ci sarà il ritorno di Osorio. Il venezuelano ha smaltito il problema muscolare riscontrato dopo il Benevento, si è accomodato in panchina contro il Milan per farsi trovare pronto con il Cagliari, nella sfida che non si può sbagliare. A destra, con Conti out appunto, toccherà a uno tra Busi e Laurini, mentre a sinistra ci sarà Pezzella, uscito per problemi fisici contro i rossoneri, ma in ripresa rispetto a sabato scorso.

Le scelte sono contate in mezzo al campo: dovrebbe rientrare Brugman in cabina di regia, sarà lui il cervello in mezzo alla forza di Kurtic e uno tra Kucka e Grassi. Il secondo è il favorito per ricoprire il ruolo di mezz’ala, con lo slovacco possibile sostituto di Gervinho a sinistra, visto il momentaccio che sta vivendo l’ivoriano potrebbe portare D’Aversa a concedergli un turno di riposo. Va detto che nei precedenti turni non ha certo brillato, si è riposato abbastanza, diciamo così. Non è al meglio fisicamente, in più non dà garanzie di affidabilità, per cui non è il momento di puntare su calciatori fuori forma. Potrebbe essere una soluzione a gara in corso, per questo si sta pensando di affidarsi a Kucka, che garantisce maggiore tenuta.

Assieme a Man a destra, con Pellè centrale nel tridente, potrebbe esserci appunto lo slovacco. Mihaila e Gervinho saranno carte da potersi giocare durante la partita. Servirà attenzione, vincere è fondamentale. Anche se potrebbe non bastare.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Kempyx
1 mese fa

D’Aversa é un Mulo e non riesce a non giocare col 4-3-3, modulo finora fallimentare.
Se gli esterni d’attacco sono infortunati schiera al loro posto Kucka (centrocampista) o Gervinho (zombie) pur di non cambiare modulo.

Nulla ci vieta di giocare con un 4-4-2 o un 4-4-1-1, ma il Mulo deve muleggiare e allora vai di 4-3-3 anche se non hai i giocatori adeguati.

CREDERCI
CREDERCI
1 mese fa

oH BASTA !!!!!!!!!!!!!

D’AVERSA SGANCIATI DAL 4-3-3 E PROVA MAN ALLA GIOVINCO IN UN 4-4-1-1 CHIEDENDO A PELLE’ E CORNELIUS 45 MINUTI A TESTA FATTI AI MILLE ALL’ORA !!!!!!!!!!!!

IL CAGLIARI CI ATTACCA E HA I CENTRALI LENTI !!!!!!!!!

MI FA’ SOLO PAURA IL NOSTRO BONUCCI IN DIFESA CON JOA PEDRO CHE SGATTAIOLA VIA SPEREMA BEH !!!

Adrian
Adrian
1 mese fa
Reply to  CREDERCI

Hai ragione! Man trequartista 🤌

CREDERCI
CREDERCI
1 mese fa
Reply to  Adrian

ADRIAN COME MUTU CIOÈ MEN IN DIFESA E SEPE ALL’ATTACCO NON FUNZIONA
ADRIEN TSI UN STUPID OLTRETUT GASE:

VIC
VIC
1 mese fa

Kucka davanti no vi prego! É un centrocampista con caratteristiche difensive, come kurtic per altro, che c’è lo mettiamo a fare sulla fascia offensiva? 😬

Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Approfondimenti