Resta in contatto

News

Orsato: “Senza pubblico è più difficile, il Var è una risorsa”

“Il confronto? Se verrà utilizzato per la polemica non andremo da nessuna parte. Cerchiamo di sfruttare quest’occasione per fare chiarezza”

Le dichiarazioni dell’arbitro Daniele Orsato in diretta TV a 90° minuto. Per la prima volta nella storia un direttore di gara si concede ai microfoni e risponde alle domande dei giornalisti.

PJANIC, COLPA MIA – “Il fallo di Pjanic su Rafinha in Inter-Juve? Non serve andarlo a rivedere, sicuramente è un errore. La vicinanza non mi ha portato a vedere quello che poi ha mostrato la tv. L’ho vista in modo diverso, è stato un contrasto in volo e l’ho valutato male. Il VAR non è potuto intervenire per cui resta l’errore. Gli errori li facciamo e non ci tiriamo indietro quando si tratta di ammetterli. Continueremo a lavorare sui nostri errori e miglioreremo cercando di commetterne sempre meno”.

ITALIA O EUROPA? –Io non cambio il mio modo di arbitrare dalla Serie A alle gare di Champions, per cui non trovo grande differenza tra arbitraggi in Italia o all’estero. E in Serie A non ci sono affatto gare facili…”. Ultima riflessione dedicata a una battuta: non passò inosservata la curiosità di Cristiano Ronaldo che volle vedere di persona il messaggio di “non gol” che arriva sull’apparecchio/orologio del direttore di gara. Orsato commenta l’episodio così: “Ronaldo voleva sapere come funzionava l’orologio“.

COSA CAMBIA CON IL COVID? –Arbitrare senza pubblico è ancora più difficile, manca anche a noi. Speriamo tutti di tornare al più presto alla normalità”. 

VAR –Non abbiamo nulla da nascondere. Se le autorità preposte decideranno questo per noi non sarà assolutamente un problema”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News