Resta in contatto

Le pagelle di Forzaparma

Parma-Udinese 2-2, la pagella di ForzaParma

Pari in rimonta, Parma beffato su calcio di punizione. Mihaila c’è, sprinta ma sotto porta non è lucido

Sepe 6 – Beffato da Okaka, lasciato solo, non ha granché da fare. Non può nulla neanche su Nuytinck.

Conti 5,5 – Si perde Zeegelaar, nell’unico pericolo del primo tempo. Poi partecipa, in maniera timida, ma partecipa. Poi va in difficoltà, rischia un rigore.

Bani 5  – Pulito in scivolata, come Gagliolo, quando c’è Llorente lo bracca. Scala male spalancando la porta a Okaka per il 2-1.

Gagliolo 5,5 – Stringe i denti, quando c’è da marcare Llorente va sul velluto, entra Okaka e va in difficoltà. Si spinge poi sull’esterno, quando D’Aversa cambia modulo, passando a tre. E ha anche la palla per il 3-2, ma la sciupa.

Pezzella 6 – Pronti via, da ex, scodella in mezzo un pallone importante  e preciso, che Cornelius spinge in porta. Si ripete dopo qualche minuto. Spinge finché può, il secondo tempo lo passa a dare la caccia a De Paul e Molina. Si fa male, ma gioca una buona gara.

dal 79′ Laurini sv – Terzo centrale, poco da segnalare.

Hernani 5,5 – Mezzala sinistra dove agisce De Paul, il più temuto da tutti. L’argentino gli va via spesso, ma riesce a reggere. Ammonito, D’Aversa lo fa rifiatare per Grassi.

dal 66’ Grassi 5,5 – Si mette in mezzo a battagliare, gira a vuoto. Dà poco.

Brugman 6,5 – Ammonito, un po’ troppo generoso il giallo di Irrati, cuce e scuce, dispensa ordine e sicurezza. Legge le linee e le sporca. Cala un po’ alla distanza, ma prezioso.

dal 70’ Cyprien 5 – Calcia una punizione, poi basta. Come chi entra, non dà nulla.

Kucka 7  – Imperioso, a tratti dirompente, sicuro.  Giocatore imprenscindibile, tira la carretta, punto di riferimento. Oltre al rigore trasformato, ha in dote tanta forza, spirito di sacrificio e cuore. Da esempio.

Karamoh 6 – Sprinta bene, soprattutto all’inizio, quando regala apprensione alla retroguardia di un’Udinese che gli lascia campo. D’Aversa gli chiede di stringere, lui esegue e si applica. Qualche scelta sbagliata in fase di rifinitura.

dal 66’ Man 5 – Entra per tenere in alto il Parma, la vede poco. Lavora qualche pallone, ma ne azzecca poche.

Cornelius 7 – Il vichingo si sblocca, prende il tempo a Nuytinnck, schiaccia il pallone e buca Musso. Gioca per la squadra, difende il pallone e lo smista. Si becca un giallo, per eccesso di generosità, poi trova un grande Musso a negargli il raddoppio.

Mihaila 6,5 – Ha degli strappi interessanti, su uno di questi si guadagna un calcio di rigore perché messo giù da Becao. Poi tante cose buone. Salta l’uomo, ripiega, ha la cattiveria giusta e la fame che serve in questi frangenti. Non è freddo sottoporta.

79’ Bruno Alves 5 – Il suo uomo va in gol, la colpa principale è sua.

D’Aversa 6 – Ridà fiato alle speranze del Parma, ma in doppio vantaggio viene raggiunto. Un po’ la stanchezza, un po’ la paura di vincere, la tensione ha giocato un brutto scherzo ai suoi, ma è un punteggio che quasi lo condanna. Nel primo tempo non rischia niente, e il 2-0 sta quasi stretto ai suoi, nella ripresa il Parma si abbassa, Gotti mette un esterno e due punte e ribalta il fronte.

52 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
52 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le pagelle di Forzaparma