Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Sepe vuole fare ‘tredici’: prima il Parma poi il mercato

Il portiere torna dopo un problema agli adduttori, una lesione lo aveva fermato per due mesi. Scongiurata l’operazione, torna per lo sprint

Il Cardinale c’è: Gigi Sepe è tornato abile e arruolabile dopo mesi in cui – tra infortuni e lockdown – ha visto da fuori tutto ciò che succedeva nel mondo Parma, dove lui costituisce ormai da due anni un asset di straordinaria importanza. Uno dei colpi più riusciti di Daniele Faggiano, voluto fortemente da Roberto D’Aversa con il quale Sepe aveva lavorato a Lanciano, quando entrambi erano agli inizi della loro carriera. D’Aversa sarebbe poi entrato nella storia del Parma, Sepe ci sta provando piano piano.

Ma questa che deve ancora arrivare in fondo può tranquillamente considerarsi la migliore della sua carriera. Almeno fino alla partita con l’Udinese: Sepe resta il terzo portiere per parate effettuate nel campionato italiano, 105, ha collezionato cinque clean sheet in questo campionato e con 28 gol subiti guida la quinta miglior difesa del campionato (il Parma ha subito 31 gol, quattro di questi sono nel sacco del secondo). Da Cagliari in poi è stato degnamente sostituito da Colombi, il mercato ha acceso i fari su Gigi da tempo. Il suo sogno è giocare nella squadra della sua città, il Napoli. Lui che a pane e Napoli è cresciuto all’ombra del Vesuvio, ma che aveva già indossato, seppure per qualche partita nelle squadre giovanili di Torre del Greco prima di passare al Napoli, nel 2000 e fare tutta la trafila delle giovanili.

Ed è li che vorrebbe un giorno tornare, per chiudere il cerchio. Magari già da quest’anno, il suo agente Mario Giuffredi spinge continuamente per invertire la rotta, ma restano comunque 13 partite in cui Sepe continuerà ad essere uno dei punti di riferimento del Parma. Che per riscattarlo dal Napoli dovrà sborsare sette milioni di euro. In attesa di sviluppi, l’Inter è alla finestra, sta cercando un secondo, il Cardinale c’è. Eccome se c’è.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti