Resta in contatto

Rubriche

Accadde oggi: l’ultima salvezza

Esattamente un anno fa alla penultima giornata il Parma batte la Fiorentina grazie all’autorete di Gerson e festeggia la permanenza in serie A

Il 19 maggio di un anno fa il Parma batte la Fiorentina al Tardini grazie all’autorete di Gerson nel finale e può finalmente festeggiare la salvezza matematica con 90′ d’anticipo. L’obiettivo stagionale fin dalla vigilia che, però, dopo un ottimo girone d’andata si era complicato negli ultimi mesi avari di soddisfazioni, tra infortuni e risultati che tardavano ad arrivare.

CRISI. I crociati non vincono dal 9 marzo (1-0 al Genoa), i viola addirittura dal 17 febbraio e devono interrompere la striscia nera di quattro ko di fila. E così quello che fino a poco tempo prima poteva sembrare un tranquillo scontro tra due squadre di metà classifica si trasforma in uno spareggio salvezza da brividi.

SFORTUNA. Il mancino di Chiesa a lato di poco apre un pomeriggio dalle mille emozioni, in cui nel primo tempo è il Parma, obbligato a vincere per archiviare subito il discorso, ad avvicinarsi maggiormente al gol. Due legni, prima il palo di Gervinho poi la traversa a ribattere il colpo di testa di Gagliolo, negano il vantaggio agli uomini di D’Aversa che rischiano solo su un errore in disimpegno di Bastoni ma Gazzola è provvidenziale nell’anticipare Simeone ed evitare guai peggiori.

RISPONDE LA VIOLA. La Fiorentina si affida sempre alle iniziative di Chiesa che in avvio di ripresa effettua un tiro-cross smanacciato da Sepe sull’incrocio dei pali. La tensione sale sempre di più ma il punteggio non si sblocca, complice anche un salvataggio di Benassi in acrobazia che sventa nei pressi della linea un tentativo di Kucka. Ancora più pericolosa dall’altro fronte la spaccata di Milenkovic che si libera in area sugli sviluppi di un corner e colpisce il palo più lontano.

LIBERAZIONE. Poi l’episodio chiave che vale un intero campionato: punizione tagliata dalla sinistra del neoentrato Scozzarella, doppia deviazione in mischia con l’ultimo tocco di schiena di Gerson che beffa il proprio portiere Lafont. E’ l’1-0 che serviva per conquistare la tanto sospirata permanenza in A e non preoccuparsi più della risalita dell’Empoli, che rifila un poker al Torino ma una settimana più tardi retrocederà a San Siro al termine di un match rocambolesco contro l’Inter.

PARMA-FIORENTINA 1-0

Marcatore: 35′ st aut.Gerson (F)

PARMA (4-3-3): Sepe; Gazzola, Iacoponi, Bastoni, Gagliolo; Kucka, Stulac (23′ st Scozzarella), Barillà; Sprocati (39′ st Dimarco), Ceravolo, Gervinho (8′ st Grassi). A disp.: Frattali, Brazao, Machin, Gobbi, Siligardi, Dezi, Biabiany. All.: D’Aversa

FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Ceccherini, Hugo, Biraghi; Benassi, Veretout, Gerson; Chiesa, Simeone (24′ st Muriel), Mirallas (28′ pt Dabo, 38′ st Vlahovic). A disp.: Terracciano, Brancolini, Norgaard, Hancko, Montiel, Pezzella, Edimilson, Antzoulas, Ferrarini. All.: Montella

Arbitro: Giacomelli di Trieste

Note: Spettatori 17335 circa. Ammonito Benassi (F)

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Rubriche