Resta in contatto

Rubriche

Accadde oggi: Crespo cala la cinquina

Il 2 aprile del 2000 il Parma ottenne il quinto successo di fila in campionato battendo il Milan campione d’Italia agganciato al terzo posto

Quinto successo di fila in campionato, come mai era accaduto prima di allora in serie A, e aggancio al terzo posto. Il 2 aprile del 2000 il Parma superò di misura il Milan campione d’Italia in carica e lo raggiunse a quota 49 in classifica, a pari punti con l’Inter. Decisivo lo splendido gol a metà ripresa di Crespo, che si portò avanti la palla liberandosi di Maldini e poi in diagonale di destro infilò alle spalle di Abbiati. Quello l’episodio chiave di una partita tiratissima, in cui per difendere i tre punti servì anche l’intervento prodigioso di Buffon che in pieno recupero tolse letteralmente dalla porta il colpo di testa di Ambrosini.

MR.DAY. Sulle maglie dei gialloblù campeggiava la scritta “Mr. Day” per sponsorizzare il marchio di merende della galassia Parmalat che rischiò di portare subito fortuna: già nei primi minuti, infatti, Crespo andò a segno ma la rete fu annullata per precedente fuorigioco di Amoroso, autore dell’assist. Sull’altro fronte l’ex Giunti, schierato in posizione più avanzata, non inquadrò lo specchio in una delle rare occasioni prima dell’intervallo.

PRESTIGIO. Ben più movimentata la ripresa che si inaugurò con l’incornata di Bierhoff, subentrato in avvio di gara all’infortunato Josè Mari, fuori di pochissimo. Poi Thuram in proiezione offensiva tentò invano la gloria personale allargando troppo la conclusione. Poco male perchè da lì a breve il suo compagno di reparto Cannavaro pescò in area Crespo, che nascose la sfera a Maldini come fosse un prestigiatore e si girò rapidamente per siglare in controbalzo un bellissimo gol d’autore.

RESISTENZA. Zaccheroni inserì in rapida successione Serginho e Leonardo, che diedero manforte all’attacco rossonero ma non riuscirono a sfondare il muro eretto dagli uomini di Malesani. Qualche mischia e tiro rimpallato poi il brivido finale del miracolo di Buffon sul perfetto stacco sottomisura di Ambrosini. A certificare la quinta vittoria consecutiva del Parma, probabilmente, nel miglior momento della stagione contraddistinta dai soliti alti e bassi. Fino allo spareggio Champions di Verona perso il 23 maggio contro l’Inter di Baggio.

PARMA-MILAN 1-0

Marcatore: 24′ st Crespo

PARMA (3-5-2): Buffon; Benarrivo, Thuram, F.Cannavaro; Fuser (32′ st Lassissi), Bolano, P.Sousa (38′ st Stanic), Dabo (28′ st Breda), Vanoli; Crespo, Amoroso. A disp.: Guardalben, P.Cannavaro, Walem, Di Vaio. All.: Malesani

MILAN (3-4-1-2): Abbiati; Chamot, Costacurta, Maldini; Helveg (25′ st Serginho), Ambrosini, Albertini (30′ st Leonardo), Guly; Giunti; Josè Mari (8′ pt Bierhoff), Shevchenko. A disp.: Fiori, Ayala, Gattuso, De Ascentis. All.: Zaccheroni

Arbitro: Collina di Viareggio

Note: Spettatori 23870 circa. Ammoniti F.Cannavaro (P) e Helveg (M)

 

1 Commento
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Mi ag’sera

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Rubriche

1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x