Forza Parma
Sito appartenente al Network

Le partite simbolo degli ultimi dieci anni: dalla Juve a Napoli

Riviviamo le dodici sfide iconiche vissute dal 2010 in poi tra promozioni, salvezze, illusione Europa e imprese d’altri tempi

Dalla Juve a Napoli passando per Milan, Livorno, il derby con la Reggiana, tre promozioni consecutive, salvezze per nulla scontate e persino una qualificazione all’Europa League poi cancellata dai gravi problemi societari che avrebbero portato al fallimento. Abbiamo scelto per voi le dodici (da sempre il numero di maglia dei tifosi crociati) partite dell’ultimo decennio che, in termini di importanza, valore e pathos, sono rimaste più nel cuore di tutti quelli che amano il Parma.

1) 6 gennaio 2011 – JUVENTUS-PARMA 1-4 (41′ pt, 3′ st Giovinco, 15′ st Legrottaglie, 17′ st rig. Crespo, 48′ st Palladino)

Gli ex Giovinco e Palladino trascinano il Parma nel clamoroso poker nella tana della Vecchia Signora che perde Quagliarella e da lì inizierà la sua parabola discendente. E’ l’unica vera gemma del tecnico Marino, poi esonerato in favore di Colomba che riuscì a centrare la salvezza.

2) 27 ottobre 2013 – PARMA-MILAN 3-2 (11′ pt, 49′ st Parolo, 46′ pt Cassano, 16′ st Matri, 18′ st Silvestre)

Se segna Parolo divento matto“. La celebre frase pronunciata dal radiocronista del Parma, Luca Bertelli, riecheggia ancora per celebrare il pazzesco 3-2 sul Milan. Che con Matri e Silvestre aveva rimediato in un paio di minuti al duplice svantaggio ad opera di Parolo e Cassano. Poi la punizione da distanza impossibile del centrocampista, eroe di giornata, valse gli insperati tre punti al 94′.

3) 18 maggio 2014 – PARMA-LIVORNO 2-0 (18′ st, 35′ st Amauri)

La vittoria dell’illusione. La doppietta di Amauri al Livorno e il contemporaneo rigore sbagliato da Cerci del Torino a Firenze proprio all’ultimo secondo consegnano il sesto posto finale e l’effimera qualificazione all’Europa League poi cancellata dai noti problemi in società. Fu l’inizio del tracollo ma quella sera al Tardini si respirava un clima di festa.

4) 11 aprile 2015 – PARMA-JUVENTUS 1-0 (15′ st Mauri)

Ultimi e falliti eppure in grado di battere i “nemici” e i campioni d’Italia in carica della Juve, che poi avrebbe giocato (e perso) la finale di Champions. L’incredibile impresa della banda di Donadoni porta la firma del più giovane di tutti, Josè Mauri, che almeno per un pomeriggio fece dimenticare al pubblico il caos societario e le delusioni nell’annata più buia di sempre.

5) 17 aprile 2016 – PARMA-DELTA ROVIGO 2-1 (17′ pt Guazzo, 7′ st Boilini, 38′ st rig. Corapi)

Guazzo e il rigore di Corapi suggellano una stagione da record tra i dilettanti, in cui il Parma di Apolloni chiude da imbattuto in campionato e ritorna immediatamente tra i professionisti. A distanza di un solo anno dal fallimento.

6) 19 dicembre 2016 – REGGIANA-PARMA 0-2 (22′ pt Giorgino, 29′ pt Baraye)

La magica notte del Mapei Stadium. Un derby atteso da quasi un ventennio che i crociati si aggiudicano in trasferta, da sfavoriti, grazie ai sigilli di Giorgino e Baraye nel primo tempo. E al ritorno sarà ancora il senegalese a regalare un altro dispiacere ai granata prima della cavalcata nei play-off di Lega Pro.

7) 17 giugno 2017 – PARMA-ALESSANDRIA 2-0 (11′ pt Scavone, 21′ st Nocciolini)

Scavone e Nocciolini, a segno una volta per tempo, griffano la finale play-off di Lega Pro a Firenze ai danni dell’Alessandria nel secondo salto di categoria in meno di dodici mesi. Negli occhi della gente che aveva invaso il Franchi restano anche le immagini della palpitante semifinale vinta ai rigori sul Pordenone, il primo indispensabile passo verso il paradiso.

8) 18 maggio 2018 – SPEZIA-PARMA 0-2 (11′ pt Ceravolo, 16′ st Ciciretti)

La pratica Spezia è archiviata dal duo CeravoloCiciretti ma per evitare i play-off di serie B serve un miracolo da Frosinone, secondo alla vigilia e opposto tra le mura amiche al Foggia privo di obiettivi. Il pallonetto allo scadere di Floriano inchioda i ciociari sul 2-2 e consente il sorpasso in extremis che significa terza promozione di fila e l’ingresso nella storia del calcio italiano.

9) 15 settembre 2018 – INTER-PARMA 0-1 (34′ st Dimarco)

Il primo successo dal ritorno in serie A non avviene in un campo qualunque ma alla Scala del calcio a San Siro in casa dell’Inter. Trafitta da un missile di Dimarco, prodotto del vivaio nerazzurro, che lascia di sasso Handanovic e dà nuova linfa al cammino dei ducali.

10) 2 febbraio 2019 – JUVENTUS-PARMA 3-3 (36′ pt, 21′ st Cristiano Ronaldo, 16′ st Rugani, 18′ st Barillà, 29′ st, 48′ st Gervinho)

E’ l’unico pareggio della lista ma ha il sapore del trionfo. Sotto di due reti fino ad un quarto d’ora dalla fine, il Parma impone il 3-3 alla Juve all’Allianz Stadium laddove i bianconeri avevano perso e perderanno pochissimi punti per strada. L’eroe di serata è Gervinho, autore di una doppietta e, soprattutto, del definitivo gol del pareggio al minuto 93.

11) 19 maggio 2019 – PARMA-FIORENTINA 1-0 (35′ st aut.Gerson)

Un girone di ritorno all’insegna della sofferenza e uno spareggio salvezza di fronte alla Fiorentina difficile da ipotizzare fino a poche settimane prima. L’autorete di Gerson nel finale certifica la permanenza in serie A da neopromossi, che in fondo era l’obiettivo stagionale, con 90′ d’anticipo.

12) 14 dicembre 2019 – NAPOLI-PARMA 1-2 (4′ pt Kulusevski, 18′ st Milik, 48′ st Gervinho)

Il decennio più pazzo si chiude idealmente con l’impresa di Napoli che proietta i ragazzi di D’Aversa al settimo posto solitario in classifica. Gli azzurri del neo tecnico Gattuso, al suo esordio in panchina, cadono sotto le ripartenze micidiali di Kulusevski e Gervinho che ancora una volta al 93′ manda in estasi il popolo crociato.

P.s. Nell’elenco mancano altre partite cult che hanno esaltato tutti quanti (ParmaPordenone 3-2 deciso dalla rovesciata di Calaiò, ArzignanoParma 0-1 che rappresentò il nuovo inizio e alcune vittorie casalinghe sull’Inter, soprattutto, nel primo lustro) ma siamo convinti che la nostra “hit parade” possa emozionarvi parecchio.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sorprende l'esclusione dall'undici iniziale del centrocampista argentino mentre in avanti restano fuori Bonny e Charpentier...
Come a ogni match, ForzaParma.it vi dà la possibilità di votare i giocatori gialloblù scesi...
Balogh doma Gabrielloni, Bernabé non è il solito. E sotto porta, nel primo tempo, troppi...

Dal Network

Nessun assente, oltre ai lungodegenti D'Alessandro e Tramoni, per i nerazzurri...

  Si è chiusa la finestra invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1 febbraio...

Forza Parma