Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Senza Kuko la coperta è corta in mezzo

L’assenza dello slovacco e il dubbio Scozzarella, ancora a parte, limitano di parecchio le scelte a disposizione di D’Aversa nel settore nevralgico

L’infortunio di Kucka, che a Genova ha riportato una lesione di primo grado al polpaccio, e le condizioni non ottimali di Scozzarella, oggi ancora a parte, fanno scattare di nuovo l’emergenza a centrocampo. Dove ancora una volta, come era già avvenuto all’inizio della stagione, il tecnico D’Aversa si ritroverà con gli uomini contati nella trasferta di Napoli. Saranno solo quattro i giocatori abili e arruolabili al 100% che dovranno fare gli straordinari.

STESSO TRIO. Se Scozzarella non dovesse recuperare appieno si rivedrà, probabilmente, lo stesso trio pressochè obbligato già in azione contro il Milan in campionato, il Frosinone in Coppa Italia e nel secondo tempo in casa della Sampdoria. Hernani, Brugman e Barillà, titolari anche nelle primissime uscite in agosto, avranno il compito di arginare la qualità e la fisicità dei dirimpettai Ruiz, Allan e Zielinski nella rinnovata linea mediana a tre del neoallenatore Gattuso.

PRUDENZA GRASSI. L’unica potenziale novità potrebbe essere l’utilizzo dal 1′ di Grassi, ex di turno, che però, da quando ha smaltito i problemi fisici, è sempre subentrato dalla panchina. E, complice la lunga inattività, non può avere ancora un elevato minutaggio nelle gambe. Ecco perchè, alla luce del successivo impegno interno con il Brescia, è difficile pensare di vederlo subito in campo. Nonostante D’Aversa lo tenga in grande considerazione anche e non solo in corso d’opera.

FATTORI. Il terzetto designato aveva sofferto il palleggio del Milan di Pioli, dimostrando di faticare un po’ troppo in termini di velocità e copertura. L’oscuro lavoro in fase di non possesso di Scozzarella, bravo come pochi a sporcare le linee di passaggio degli avversari, non può essere delegato a nessun altro. Ma già col Frosinone e a Genova si sono visti incoraggianti progressi da parte di Brugman e, soprattutto, Hernani. Che, oltre a garantire la tecnica, deve confermarsi un valore aggiunto anche sui calci piazzati. Il gol su rigore, il primo assoluto nel Parma, in Coppa Italia e l’assist da corner per l’incornata decisiva di Kucka al Ferraris rivelano che il piede ora è davvero caldo.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News