Resta in contatto

News

Calciomercato, quante uscite: da Calaiò a Ceravolo…

Passando per Munari, Baraye, Dezi e Di Gaudio. In dubbio anche Ciciretti, che è stato superato nelle gerarchie anche da Sprocati

Il calciomercato si avvicina e il Parma non vuole farsi trovare impreparato. Se è vero che bisogna piazzare i vari fuori lista (Emanuele Calaiò, Yves Baraye e Gianni Munari), è altrettanto vero che Roberto D’Aversa è chiamato a fare delle scelte, assieme a Daniele Faggiano, il direttore sportivo che tesse sotto traccia le file di trattative che già sono decollate. Il Parma cerca una (o due) mezzala, l’obiettivo primario è reperire un giocatore forte di qualità e quantità che possa rimpiazzare Alberto Grassi.

E’ il suo infortuno che ha accelerato i tempi per portare un centrocampista a Parma. Che probabilmente non sarà Josè Mauri. Il milanista piace, lui tornerebbe di corsa a Parma ma ha un ingaggio pesante per le casse dei crociati che non sono convinti di affondare il colpo. Il Parma cerca una mezzala fisica che sappia abbinare qualità a quantità e che possa dare un contributo importante nel girone di ritorno. Non sarà Jacopo Dezi, messo sì in lista ma mai dichiarato incedibile. Si ha la sensazione che se dovesse arrivare un’offerta importante il centrocampista possa partire.

Così come Fabio Ceravolo,  un attaccante costato ai crociati 3 milioni di euro l’anno scorso e che adesso con un ingaggio importante si trova – comprensibilmente vista la qualità di Inglese – a giocare con il contagocce. La Belva ha parecchie offerte in Serie B, essendo ancora un giocatore top per la categoria, capace di spostare gli equilibri. Il Brescia, che lo ha corteggiato per tutta l’estate, sembra aver mollato la presa, su di lui però l’interesse di Pescara e Perugia rimane vivissimo. Occhio alla Cremonese che potrebbe aggiungersi al listone.

Rastelli ha chiesto anche Frattali, ma il portiere aspetta il rinnovo. Considerando che è stato infortunato per tanto tempo, l’apporto di Ceravolo è stato comunque fondamentale per vincere il campionato. Così come fondamentale è stato quello di Emanuele Calaiò, disposto a tutto pur di rimanere ma accompagnato alla porta a pochi giorni dalla fine della squalifica.

Su di lui molte squadre, Padova e Carpi che però non sembrano destinazioni gradite all’attaccante. Così come il Monza, declinato gentilmente dall’Arciere che – se proprio deve lasciare Parma – mirerebbe a una squadra blasonata di Serie B: Salernitana e Benevento gli strizzano l’occhio, lui flirta e attende un affondo più determinato.

Di Gaudio piace, D’Aversa ne ha bloccato il trasferimento a cose praticamente fatte con il Verona quest’estate. Ma potrebbe cambiare idea nel mercato di gennaio se dovesse arrivare un esterno. Munari, fuori lista e sulla via del recupero, ha offerte da Brescia e Carpi, anche se la prima lo alletterebbe di più. Niente di serio, solo sondaggi, così come quelli registrati per Baraye, che ha molto mercato in Serie C.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News