Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Il nuovo Parma ora sa anche reagire

Per la seconda volta consecutiva i crociati hanno saputo rimediare a una situazione sfavorevole ottenendo la prima vittoria stagionale in rimonta

Quanti indizi fanno una prova? Nel caso del Parma potremmo rispondere due e mezzo, tutti arrivati da inizio aprile a questa parte. Per la seconda volta consecutiva, infatti, i crociati hanno saputo reagire in corsa rimediando a una situazione sfavorevole di punteggio, come non accadeva dalla trasferta di Terni. E se allora l’1-1 di Bernabé aveva lasciato i tifosi soddisfatti a metà, ben altro sentimento hanno provocato i quattro punti raccolti tra il derby di Modena, pari di Benek subito dopo lo svantaggio, e, soprattutto, lo scontro diretto col Cagliari, avanti all’intervallo ma ribaltato nella ripresa grazie al rigore di Vazquez e alla prodezza di Man. La ritrovata continuità fa rima con il ritrovato carattere, già intravvisto alla ripresa del campionato contro il Palermo, quando la squadra di mister Pecchia, pur non facendo sfracelli, non accusò il colpo in seguito al temporaneo pareggio di Soleri (e annesso infortunio di Valenti) e si prese i tre punti nel finale firmati dal tap-in vincente di Coulibaly.

LISTA LUNGA. Finora il Parma era riuscito a strappare il “segno X” in rimonta dinanzi a Bari all’esordio, Genoa e Ternana in trasferta ma mai a vincere partendo indietro nel risultato. Anzi in tutte quelle altre circostanze era stato costretto a soccombere, a volte anche in maniera inaspettata, di fronte a Sudtirol, Palermo, Modena, Benevento, Spal nel girone d’andata e ancora Bari, Cosenza, Ascoli, Pisa e Como.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti