Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Calciomercato

Mercato, non si prevedono innesti massicci

La società ha valutato, di concerto con Pecchia, che la rosa è all’altezza e non ha bisogno di stravolgimenti

Sta per cominciare un mese impegnativo per il Parma. Dopo il pari subito in rimonta contro il Venezia e l’inizio delle vacanze, per società e allenatore è già tempo di pianificare l’assalto al vertice della classifica nel girone di ritorno. Raduno fissato per martedì 3 gennaio e ripresa degli allenamenti programmato per il 4. Prima, lunedì 2, comincerà ufficialmetne la sessione invernale di calciomercato che per molte squadre rappresenta un tentativo di correggere difetti emersi nella prima parte del campionato, chiuso dal Parma al sesto posto e con soli tre punti in più rispetto alla stagione travagliata dell’anno scorso.

Il club di Krause (a parte il presidente nelle prime uscite stagionali) non ha mai definito pubblicamente come obiettivo quello della promozione diretta ma ha fatto investimenti attraverso i quali ha sempre pensato di raggiungerla. Buffon nella notte del Natale gialloblù ha lasciato intendere, senza nominarla, che la suggestione del Parma è la Serie A ma al giro di boa la prima e la seconda distano dai crociati rispettivamente 12 e 9 punti. Un po’ meglio dello scorso anno, quando alla fine del girone di andata si era distanti 14 e 13 punti rispettivamente dal primo e dal secondo posto. Il mercato non può correggere del tutto questo gap, ma l’area tecnica rimasta orfana di Fournier a tre mesi dalla sua nomina al suo vertice, sta valutando se e come intervenire in quest’ottica. I contatti con Pecchia sono continui. Dalle riunioni con l’allenatore prima di Venezia è emerso che per ora non sarebbero previsti interventi massicci per rinforzare quella che si ritiene, ai piani alti, una rosa di buon livello e adatta per competere nel campionato di Serie B. Molto importante sarà recuperare nel minor tempo possibile gli infortunati di lungo corso. Per l’inizio dell’anno nuovo gente come Buffon e Romagnoli sarà pronta per scendere in campo, così come Ansaldi che ha già cominciato a respirare il clima partita con la tribuna di Venezia. Per Charpentier bisognerà aspettare ancora e valutare le sue risposte dopo uno stop lungo. Stesso discorso vale per Roberto Inglese, che sta lavorando per ridurre l’infortunio al polpaccio seguendo un percorso personalizzato lontano da Parma. Lontano da Parma potrebbe essere il futuro di Simon Sohm, uno dei profili più richiesti. Lo svizzero è stato accostato alla Salernitana, che lo avrebbe chiesto in prestito. Ma la sua possibile partenza in questo modo è da escludere. Il Parma preferirebbe eventualmente privarsene in via definitiva e non accetterebbe di buon grado di inserire il centrocampista in trattative che prevedono scambi. E lo stesso discorso vale per Benedyczak che non sta certo attraversando un buon momento. Per adesso è da escludere anche l’arrivo di un attaccante: non sarebbe una priorità di Pecchia, al momento. L’allenatore meglio di tutti conosce il valore della rosa e, assieme all’area tecnica, deciderà come affrontare il periodo impegnativo che va a cominciare.

 

123 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

123 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Calciomercato