Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Martines: “Vorrei garantire stabilità al progetto”

Il Managing Director Corporate del Parma sull’inizio dell’esperienza tra le fila dei crociati. “Vedo attaccamento da parte di squadra e tifosi”

Il Managing Director Corporate del Parma, Luca Martines, ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta di Parma per commentare la prima parte della sua esperienza tra le fila dei crociati. “Un primo bilancio è positivo. Una convinzione che deriva dalla partecipazione e dall’attaccamento che i supporters non fanno mancare ad ogni turno di campionato, sia in casa che in trasferta. E poi le iniziative che abbiamo costruito con il progetto Parma Lands ottenendo un ottimo riscontro in tutta la provincia. Un altro esempio: abbiamo chiesto ai nostri tifosi di votare per scegliere la maglia dei 109 anni e nin pochi giorni siamo arrivati a quota mille partecipanti. Credo sia un grande successo“.

CAMPAGNA ACQUISTI. E’ stata una campagna con una fortissima partecipazione e ne siamo contenti. Comunque la campagna è ancora aperta fino a fine mese e ci aspettiamo nuove adesioni. Ma siamo anche estremamente soddisfatti dei numeri al di là degli abbonamenti, vale a dire di coloro che hanno deciso di seguire il singolo evento. Si tratta di un discorso positivo che si inserisce nella filosofia del club e cioè rinsaldare il legame con la comunità di Parma“.

CLUB INTERNAZIONALE.Siamo un club molto internazionale. Abbiamo più di trenta Paesi rappresentati e parlo non solo di calciatori ma anche di staff tecnico e dipendenti in generale. Ovviamente la componente italiana è maggioritaria ma trovo questa specificità meravigliosa. Una bellissima occasione di confronto culturale peraltro in una città come Parma che è stato un grande crocevia di culture e una realtà sempre aperta al mondo“.

OBIETTIVI.Credo che la cosa che mi renderebbe più felice è garantire stabilità. Vorrei portare avanti questo progetto, che per me è professionale oltre che personale, dando la possibilità a tutti coloro che seguono il club di poter seguire un percorso da sviluppare in un lasso di tempo sufficiente a dare un’impronta ben definita. Non una mia impronta ma quella del club che deve avere una sua specificità. Ho visto un attaccamento da entrambe le parti, e cioè da parte della squadra verso i tifosi e viceversa, che merita di essere valorizzato nel medio e lungo termine“.

 

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News