Resta in contatto

Le pagelle di Forzaparma

Perugia-Parma 2-1, la pagella di ForzaParma

Buffon, erroraccio. Bene Cobbaut e Bernabé, Pandev non incide

Buffon 5 – Intuisce l’angolo del rigore di Burrai, ma non basta. Poi la combina grossa pure lui, quando spalanca le porte del 2-0 a Olivieri: segno di una stagione che vorremmo fosse già finita. Chiude lo specchio a Carretta due volte, riscattandosi parzialmente dall’errore.

Delprato 5,5- Un paio di scivoloni, nel senso che manca di grip. Qualche diagonale sbagliata, non è, come è sempre stato, al top della concentrazione. Altre volte ha fatto meglio.

Circati 6 – Perentorio, non ci sta a perdere. E ringhia su tutti i palloni o quasi. Non gli manca la personalità, qualche volta però si fa prendere dalla frenesia. Rischia l’autogol, lo salva Cobbaut.

Cobbaut 6,5 – Non si può dire che non si applichi. Qualche  volte non ci riesce, ma ce la mette tutta. E alla fine trova anche un grande assist per Correia, seppellito dal portoghese che calcia malissimo. Cresce nel secondo tempo con alcune chiusure preziose.

Rispoli 5 – Il suo braccio largo dà il via alla missione kamikaze del primo tempo. Meglio quando accompagna l’azione che quando deve difendere.

69’ Correia 5,5 – Cicca la palla del pari, quella che gli mette sul destro Cobbaut alla fine della partita.

Juric 5,5 – Fa legna, guardaspalle designato di Bernabé, il croato lotta e corre. Anche se non sempre la prende. Il Perugia spesso trova breccia nella sua zona.

Bernabé 6,5 – Risiede nel suo mancino la voglia di redimersi di un Parma partito male. Traversa e tiro da fuori che impegna Chichizola. Duetta con Vazquez, cuce e scuce. Se queste partite servono per indicare da chi ripartire, beh, per lui il più sembra fatto.

Oosterwolde 6 – Applicazione e fisico da granatiere, comincia incerto ma poi non sfigura. Supporta l’azione e aiuta – come può – Cobbaut.

80’ Zagaritis sv- Bella la palla che disegna per l’inserimento di Cobbaut.

Vazquez 6 – Braccato, si innervosisce e finisce per perdere lucidità negli ultimi metri. Appena ha spazio diventa letale. Calcia da fermo, con una facilità disarmante. La dodicesima perla si incastona in maniera sensazionale alle spalle di Chichizola, ha un paio di palloni per il pari: una glielo sfila Juric che va di testa a fine partita.

Benedyczak 5,5 – Corsa e lotta ci sono, ha le polveri bagnate però. Quando Pandev gli offre il pallone che avrebbe riportato prima il Parma in partita, lo cestina in maniera clamorosa. Poi si sbatte, prende qualche calcio e cerca di fare la sua parte.

Pandev 5 – Non lega il gioco, non dribbla, calcia male l’unica palla che gli capita sul destro (non è il suo piede): così non serve. Fa in tempo, prima di uscire, a servire una bella palla a Benek, che il polacco butta nel cestino.

56’ Inglese 5,5 – Entra nel gol di Vazquez, quasi senza volerlo. Il suo tiro rimpallato finisce sui piedi del mudo. Ha voglia di fare, ma non sempre trova il modo.

Iachini 5,5 – Passa la febbre, ma non passa il suo periodo no; anche oggi deve rinunciare a Man, per una distorsione alla caviglia, ma mette in campo una squadra che alla fine avrebbe meritato il pareggio. E che purtroppo non smette di regalare agli avversari gol che hanno pesato in questo campionato. Un paio di partite ancora, poi per lui sarà finita l’agonia. Comunque vada.

10 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
10 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le pagelle di Forzaparma