Resta in contatto

News

Ghirardi insiste: “Che errore vendere il Parma a Taci”

Nonostante la condanna a quattro anni in primo grado l’ex patron crociato non si assume le colpe. “Krause, attento ai poteri forti locali”

Tommaso Ghirardi, ha subìto la condanna di quattro anni in primo grado per bancarotta fraudolenta nel processo relativo al crac del “vecchio” Parma Fc. Ma l’ex patron crociato continua a professare la propria innocenza scagliandosi contro tutto e tutti nel corso di un’intervista a Libero. “Ho commesso un unico, grande errore: cedere il club all’albanese Rezart Taci, peraltro gratis. C’erano 60-70 milioni di debiti, 25 dei quali a una mia controllata dunque 35-45 reali, non 180. Il margine per evitare il fallimento era amplissimo. Invece lui lasciò a quel Manenti, bresciano che non conoscevo. Ho già chiesto scusa tante volte“.

L’ARRIVO. “Venivo dopo Calisto Tanzi, pagai 12 milioni e in più me ne accollai 16 di debiti. Sono stati otto anni e mezzo di soddisfazioni, anche. Avrei dovuto frequentare i salotti bene della città, pago questa ritrosia. Chi arriva da fuori non ha vita facile, lo dico anche al nuovo proprietario Kyle Krause. E’ come avesse comprato Parma, perchè il Parma rappresenta la città nel mondo: si prepari a qualche scherzetto dai poteri forti locali, prima o poi arriveranno“.

RETROSCENA. “Con Corrado ci eravamo confrontati a lungo nel tentativo di provare a salvare il club, ma era già tutto scritto. Nel 2012 andai a cena con quasi tutti i 7 di Nuovo Inizio, proponendo di lasciare loro il 51% gratuitamente per creare un Parma sempre più forte. Due anni più tardi, dopo la privazione dell’Europa League, volevo regalare la maggioranza a due fra questi. Non sostenevo più il peso economico per la batosta morale. Lo sanno l’Upi e il sindaco Federico Pizzarotti“.

OPERATO DI LEONARDI. “In Serie A rimangono 12 giocatori usciti dal nostro settore giovanile o dalla sua politica, a partire da Lapadula“.

LACRIME. “Ho pianto tante volte, anche adesso, se penso a come sono ricordato dai tifosi. Le lacrime sono liberatorie, di rabbia, non di debolezza“.

RAPPORTI.Sono rimasto legato a Giovinco, Crespo, Cassano, Ranieri, Guidolin e Donadoni. Ebbi la fortuna di cenare due volte a casa di Berlusconi, vari pranzi con De Laurentiis. Con Andrea Agnelli sono coetaneo, gli mando sms di complimenti. Con Galliani i rapporti erano buoni, quegli otto anni di Serie A mi avevano portato anche in consiglio di Lega e della fondazione Coni. Ogni reincontro è affettuoso“.

27 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
27 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Ha pianto tante volte poverino..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Gosèn va in tla stabièra va mamlon

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Enrico Montanari, vai a cagare, quest’anno intanto giocate in serie B, ed è ancora tanto, siete tra squadra società e stadio da categorie dilettantistiche

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Grazie Ghirardi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Ma va a cagher…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

vai in galera balordo ti sei arricchito con le plusvalenze indebitando il club

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Tu nosei uomo no ti prendi resposinbilita sei un uomo vigliacco scarica le colpe altri la colpa tutta tua

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

🤡

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

ma evapora

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Stu puorch mariuol

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Crepa

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Ma vai a cagare!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Nador

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Che bèc ed fèr !!! C’at vèna un bógnó in t’al cùl….gosè ed mèrda !!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Sei solo un delinquente!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Voleva dire attento al dietologo😂😂😂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Speriamo che si ingozzi fino a scoppiare. PARMA NON LA DEVI NEANCHE NOMINARE, GOSINO!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Intervista al giornale “Libero”? Già in partenza non è credibile. Poi basta ragazzi, son passati cinque anni. Lasciamolo li dov’è, nel passato.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Ma pensa che questo essere si faceva vedere in giro con delle donne bellissime😱😱

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Ma io mi chiedo come fa ancora a parlare?? Che si vergogni quel mezzo uomo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Io direi anche basta di dare visibilità mediatica a certi personaggi poco raccomandabili. Che vadano ad intervistare la D’Urso… È più credibile…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Il Parma era stato “pagato” da Ghirardi (ai curatori fallimentari di Parmalat) solo tre milioni e mezzo di euro, andate a cercare in internet articoli dell’epoca, quindi magari bisognerebbe tacere (o Taci) sarebbe più elegante…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
29 giorni fa

Patetico. La famiglia gli comprò la squadra non penso per compiacenza ma per affare. Lui ha dimostrato incompetenza per poi scadere addirittura sul piano giuridico. La condanna pesante seppur in primo grado non ne aumenta certo la stima e la comprensione.

Marco
Marco
29 giorni fa

Patetico.. Gli piaceva fare il padroncino bresciano.. ma era solamente incapace….lascia stare la città…qui si stima chi vale.

emanuele
emanuele
29 giorni fa

Lasciando perdere il disastro Taci, lui sta dicendo che la società non è stata salvata perchè sempre lui stava sulle … scatole alla Parma Bene, inoltre parla di cifre non altissime , vi faccio presente che in serie A è comune a tante società fare decine e decine di milioni di debiti però rimangono intoccabili Ghirardi ha probabilmente anche pagato per Tanzi and company,detto questo ritengo che se solo la metà delle cose che ha detto fossero vere ci sarebbe da inkazzarsi moltissimo, un conto era fare una serie b ridimensionati e un conto è andare in scooter a Correggio… Leggi il resto »

Marco
Marco
29 giorni fa
Reply to  emanuele

Le tue considerazioni sono plausibili ma ha avuto anni per operare. Non dimentichiamo che la pesante condanna in primo grado non depone a suo favore per ora.

luca
luca
29 giorni fa

mah .. ha ancora il coraggio di parlare.. mah boh..

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News