Resta in contatto

Approfondimenti

Gol-nelius “on air”, ora tocca a te

Quinta rete partendo dalla panchina per il centravanti danese che ha replicato la prodezza di testa al Genoa e dovrà guidare l’attacco nei prossimi mesi

Tutti ai piedi di Andreas Cornelius, il bomber più prolifico d’Europa partendo dalla panchina dietro solo ad Angel Rodriguez del Getafe. Il centravanti danese del Parma ha segnato all’Allianz Stadium il suo settimo gol in campionato, il quinto da subentrante, appena uno in meno dello spagnolo che guida questa particolare classifica.

ELEVAZIONE PAZZESCA. Ma negli occhi dei tifosi crociati rimane lo straordinario gesto tecnico di una prodezza che ha ricordato quella realizzata sempre di testa contro il Genoa al Tardini. Più in alto di CR7 per un’elevazione di circa 2,60 metri, quattro centimetri oltre la traversa a cui bisogna aggiungere la forza e la coordinazione necessarie a indirizzare verso il palo più lontano il pallone recapitato dal corner di Scozzarella da destra.

MEDIA GOL DA RE. Finora il “vichingo” ha collezionato appena sei presenze da titolare (tredici complessive) per un totale di 559′ e un gol ogni 80′. Una media identica a Lewandowski del Bayern e che nei principali campionati europei lo piazza solo alle spalle di Ciro Immobile (68′) e del Kun Aguero (73′). Ma davanti ad altri “mostri sacri” come lo stesso Cristiano Ronaldo (93′), Ben Yedder (104′), Alcacer (105′), Vardy (111′), Zapata (113′), Ings, Suarez (116′), Lukaku (122′) e gli consente di lasciarsi alle spalle Luis Muriel, una rete ogni 87′, partito fortissimo in questa stagione.

IL SUO MOMENTO. Il grave infortunio di Inglese, che giovedì volerà in Finlandia per un consulto, gli consegna, di fatto, un posto fisso nell’attacco del Parma che nei prossimi mesi si poggerà interamente sulle sue spalle. La speranza è che i guai fisici accusati nel girone d’andata siano solo un lontano ricordo e Cornelius, a bersaglio in entrambe le gare giocate nel 2020 in campionato, possa migliorare sensibilmente il proprio bottino personale. Dopo la tripletta al Genoa, il quarto dalla panchina nella storia della serie A e il più veloce di sempre tra i ducali, altri record lo attendono al varco.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti