Resta in contatto

Approfondimenti

Sampdoria-Parma, si gioca palla a terra

Le due squadre sono quelle che effettuano meno cross in serie A e i blucerchiati si trovano dietro ai crociati nelle statistiche dei tiri e dei chilometri percorsi

POCHI CROSS. Per caratteristiche e struttura dei rispettivi organici Sampdoria e Parma non prediligono la soluzione della palla alta in fase offensiva: un dato confermato dal basso numero di cross effettuati, 51 utili e 56 sbagliati dai blucerchiati, 57 e 45 tra le fila dei crociati più precisi, che le collocano in fondo alla speciale classifica tra tutte le squadre di serie A. In effetti la presenza di Quagliarella e una seconda punta veloce, Caprari e Defrel, supportati dal trequartista Ramirez o Saponara da una parte, il fattore Gervinho e le ripartenze repentine dall’altra permettono di non ritenere il cosiddetto traversone una componente fondamentale nello sviluppo della manovra.

PIU’ TIRI E CORSA. Il Parma, rispetto agli avversari di domenica, eccelle prevalentemente nei chilometri percorsi (108,576 contro i 106,35 dei liguri davanti solo a Udinese e Genoa) e nei tiri (117 a 113 in favore della truppa di D’Aversa) con la differenza non secondaria che gli uomini di Giampaolo, a parità di gol subìti (19 a testa), ne hanno realizzati sette in più: 23 a 16 il computo totale al quale ha contribuito in larga parte il sempreverde Fabio Quagliarella, autore di otto centri di cui ben sei nelle ultime cinque partite giocate.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti