Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

La Gds individua i problemi: “Fragilità offensiva e monotonia della manovra”

I tanti cross non servono in assenza di una vera torre e se si vuole sorprendere gli avversari bisogna muovere il pallone con maggiore velocità

La Gazzetta dello Sport individua le cause del terzo stop di fila del Parma al Tardini: si parla di evidente fragilità offensiva ma ancora più marcata è la monotonia della manovra per raggiungere gli attaccanti. Tanti cross, inutili se davanti manca una vera torre in grado di buttarla dentro, diversi tentativi dalle fasce laterali e poche soluzioni centrali che forse avrebbero fatto più comodo nel momento clou della partita. Così la chiosa finale del quotidiano che funge da suggerimento a mister Pecchia. “Se si vuole sorprendere l’avversario opportunamente piazzato a protezione della propria area, è necessario muovere il pallone con maggiore velocità: più ritmo nell’esecuzione, più gioco collettivo e meno soluzioni individuali che risultano estemporanee“.

30 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

30 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News