Resta in contatto

News

Calendari a confronto: scontri diretti e non solo

Il destino del Parma passerà dalle trasferte di Cagliari e Torino ma anche da alcune sfide proibitive in cui bisognerà fare punti insperati

Nove partite, ventisette punti a disposizione e il timore che d’ora in avanti ogni passo falso possa risultare fatale. Da sabato scorso è iniziato un mini campionato che, al momento, coinvolge, in ordine di classifica, Torino (una gara in meno), Cagliari e Parma, a caccia dell’unico posto salvezza ancora libero. La speranza dei crociati è di presentarsi all’ultima giornata in una posizione di vantaggio rispetto alle dirette concorrenti visto che nei 90′ finali le tre avversarie, presumibilmente, non avranno più nulla da chiedere a questa stagione, a meno di un crollo improvviso del Benevento.

SCONTRI DIRETTI. I conti sono presto fatti senza bisogno di stilare tabelle di marcia: a decidere il destino degli uomini di D’Aversa saranno sì gli scontri diretti in casa di Cagliari e Torino ma anche alcune sfide proibitive con le “big” Milan, Juventus, Atalanta e Lazio, in cui diventa necessario e vitale raccogliere qualche punticino qua e là per tenere accesa la fiammella fino alla fine. Almeno da restare in corsa fino ai due turni conclusivi di fronte a Sassuolo e Sampdoria, contro cui si dovranno far valere le maggiori motivazioni. Non semplice il calendario del Cagliari, in trasferta due volte a San Siro e a Napoli e che accoglierà tra le mura amiche la Roma, chissà se distratta dagli impegni di Europa League. I sardi dovranno così cercare di ottimizzare le gare interne con Fiorentina, Genoa e appunto Parma oltre a strappare qualcosa dalle trasferte di Udine e Benevento.

INCOGNITA TORO. Chi gode dei favori del pronostico, anche in virtù del match da recuperare e dell’attuale quartultimo posto, è il Torino che chiuderà in discesa al cospetto di Spezia e Benevento ma prima non potrà certo cullarsi sugli allori. Roma, Napoli e Milan, tutte e tre di scena allo stadio Grande Olimpico, gli ostacoli più ardui di un cammino impervio ma non troppo che prevede anche squadre ormai prive di stimoli e obiettivi come Udinese, Bologna e Verona, da affrontare in trasferta.

30a giornata:

Sabato 10 aprile ore 18: Parma-Milan ****

Sabato 10 aprile ore 20,45: Udinese-Torino **

Domenica 11 aprile ore 12,30: Inter-Cagliari *****

31a giornata:

Sabato 17 aprile ore 20,45: Cagliari-Parma

Domenica 18 aprile ore 18: Torino-Roma ***

32a giornata:

Mercoledì 21 aprile ore 20,45: Bologna-Torino **

Mercoledì 21 aprile ore 20,45: Juventus-Parma *****

Mercoledì 21 aprile ore 20,45: Udinese-Cagliari **

33a giornata:

Sabato 24 aprile ore 18: Parma-Crotone *

Domenica 25 aprile ore 18: Cagliari-Roma ***

Lunedì 26 aprile ore 18,30: Torino-Napoli ****

34a giornata:

Domenica 2 maggio ore 15: Napoli-Cagliari *****

Lunedì 3 maggio ore 20,45: Torino-Parma

35a giornata:

Domenica 9 maggio (orario da definire): Verona-Torino ***

Domenica 9 maggio (orario da definire): Parma-Atalanta ****

Domenica 9 maggio (orario da definire): Benevento-Cagliari **

36a giornata:

Mercoledì 12 maggio (orario da definire): Torino-Milan ****

Mercoledì 12 maggio (orario da definire): Lazio-Parma ****

Mercoledì 12 maggio (orario da definire): Cagliari-Fiorentina **

37a giornata:

Domenica 16 maggio (orario da definire): Spezia-Torino **

Domenica 16 maggio (orario da definire): Parma-Sassuolo **

Domenica 16 maggio (orario da definire): Milan-Cagliari ****

38a giornata:

Domenica 23 maggio (orario da definire): Cagliari-Genoa *

Domenica 23 maggio (orario da definire): Torino-Benevento *

Domenica 23 maggio (orario da definire): Sampdoria-Parma **

Recupero 26a giornata:

Lazio-Torino ****

 

 

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

Il problema è che non si vince…se ci va bene si pareggia sempre

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

35-36 ci si salva, ma bisogna vincere gli scontri diretti più altre 2 o 3 partite. Ricordiamoci che anche fare tre o quattro pareggi sono punti molto utili

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

35 la quota vincere con Cagliari,Torino,Crotone,Sassuolo e Sampdoria e pareggiare con Milan o Lazio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 giorni fa

34 punti

VELENOSO 😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈
VELENOSO 😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈😈
8 giorni fa

Inutile tergiversare.
D’Aversa tenendo in campo Gervinho addirittura per 80 minuti, si è giocato la fiducia di tutti.
Ora se ne deve andare. Ha dimostrato di avere in squadra figli bravi e figlioccii scarsi preferendo i figliocci ai veri figli.
Via pure da Parma con tutti i suoi figliocci scarsi senza rimpianti.

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da News