Resta in contatto

Le pagelle di Forzaparma

Parma-Hellas Verona 1-0, la pagella di ForzaParma

Sepe torna decisivo, bene Kurtic e Karamoh: Gervinho distratto

Sepe 7 – Si fa trovare pronto all’86’, quando blocca il colpo di testa di Gunter sulla linea. Prima ha amministrato bene le poche folate offensive degli ospiti. Si accende alla fine, quando evita il pari con due interventi super. Uno su Gunter, uno evitando il tap-in su Favilli.

Laurini  6 – Accompagna, sostiene l’azione e non si fa intimorire. Quando non ne ha più esce e fa spazio all’ultima apparizione di Darmian in maglia Parma.

Dal 62’ Darmian 6 – Ha poco tempo per salutare, lo fa con grande carisma e tanta sostanza. Saluta con stile.

Dermaku 6,5 – Ha il merito di avviare l’azione del gol dopo 28’’. Fa la guardia sugli attacchi del Verona.

Bruno Alves 6,5 – Ammonito per tocco di mano, contro Favilli giganteggia. Sui palloni alti non soffre mai.

Pezzella 7 – Il salvataggio al 22’ su Faraoni gli vale come un gol. Alza la palla togliendola dalla porta, ne scippa un’altra dalla disponibilità del laterale in maglia gialla. Sembra abbia recuperato bene dall’infortunio. Costante nelle due fasi.

Hernani 5 – Lento, mastica il pallone: di solito fa meglio in fase di interdizione, ma non trova mai i tempi giusti.

Dal 62’ Gagliolo 6 – Blocca la mancina, o almeno ci prova. Dà sostanza alla difesa, apporto solido.

Brugman 6 – Regia sapiente, fa cose semplici e utili. Tanta concretezza, qualche errore di imprecisione, ha la possibilità di chiudere la partita all’85’. La sciupa.

Kurtic 6 – Dopo 28’’ fa valere tutta la sua intelligenza tattica. Segue il tracciante di Karamoh che lo invita al primo gol del suo campionato. Poi sparisce dalla gara, preoccupandosi soprattutto di interdire.

dal 74’ Grassi sv – Contribuisce a tenere il possesso e a serrare i ranghi.

Karamoh 6,5 – Guizzo subito, assist e tante cose buone per un giocatore ritrovato, libero mentalmente e tatticamente.

Dal 62’ Cornelius 6 – Protegge il pallone, fa a sportellate e si guadagna gli applausi dei compagni per il quale è sempre un riferimento.

Kucka 6 – Gioca da finto nove, da trequartista e da mezzala: universale. Encomiabile perché non al meglio alla vigilia, chiude in crescendo.

Gervinho 5,5 – Qualche strappo, ma niente di più. Alle volte egoista, quando accelera fa quasi sempre paura.

Liverani 6,5 – Non è ancora il suo Parma, va bene. Arriveranno tempi migliori per le trame offensive. Ma questa vittoria è anche sua: l’ha chiesta, l’ha voluta, l’ha ottenuta. Aveva preparato i suoi per una gara tosta, può essere contento di brindare con i primi tre punti al Tardini, contro una squadra che arrivava da due vittorie. E adesso sotto con il mercato, che gli porterà uno o due terzini e un difensore.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le pagelle di Forzaparma