Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Uefa, il piano C prevede la ripartenza a fine giugno

Il governo del calcio europeo non si arrende e studia tre diverse ipotesi per portare a termine l’attuale stagione con proroga dei contratti

L’Uefa va avanti e sfida il coronavirus. Come riporta il Corriere dello Sport, il governo del calcio europeo non si arrende e studia tre diverse ipotesi, a seconda degli sviluppi dell’emergenza, per portare a termine l’attuale stagione con conseguente proroga dei contratti di tutti i calciatori.

PREVISIONI OTTIMISTICHE. Azzerate le possibilità di riprendere subito dopo Pasqua, il piano più ottimistico prevede la ripartenza a metà maggio (16-17), un secondo definito di “buon senso” tra fine maggio (31) e inizio giugno (3) e un terzo “molto ritardato” con il via entro la fine di giugno.

PIANO C. In questo caso non si specifica se il 14 o più in là, fino al 28 e, inevitabilmente, bisognerebbe rivedere la formula delle Coppe Europee, con meno partite e magari la Final Four. Si finirebbe per giocare a Ferragosto o, magari, pure la settimana successiva, ma l’assegnazione dei trofei e la definizione sul campo dei campionati nazionali sarebbe garantita.

PORTE CHIUSE. Altro aspetto da considerare la graduale riapertura degli stadi che, perlomeno, nella prima fase della ripresa ospiteranno gare a porte chiuse.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News