Resta in contatto

News

Tra Consigli e Var ci pensa Bourabia

Il portiere del Sassuolo para un rigore a Inglese poi in pieno recupero capitola sulla sfortunata autorete del neoentrato che premia gli sforzi del Parma

Serviva una vittoria “scacciacrisi” e vittoria è stata. Grazie a una carambola fortunata in pieno recupero ma meritata alla luce delle tante occasioni costruite, soprattutto, nel primo tempo. E’ questa la sintesi della Gazzetta di Parma che commenta il ritorno al successo del Parma nel derby emiliano sul Sassuolo.

DUELLO PERSONALE. Il primo tempo vive sul duello personale tra Gervinho e Consigli che disinnesca tre tentativi, i primi due particolarmente insidiosi, dell’ivoriano. Il quale si prende anche la rivincita al 42′, insaccando in diagonale su assist di Kulusevski, ma il Var richiama l’arbitro per segnalare la precedente spinta di Hernani su Magnanelli all’inizio dell’azione. Neroverdi praticamente mai pervenuti in una prima metà di gara in cui il Parma ai punti avrebbe sicuramente meritato il vantaggio.

CRESCE IL SASSUOLO. L’ingresso di Traorè per Locatelli in avvio di ripresa vivacizza la manovra degli ospiti che si fanno minacciosi con la conclusione di Boga respinta in corner da Sepe. Attento ad alzare sopra la traversa anche la successiva botta di Berardi dalla distanza. Nel momento di maggior pressione i crociati colpiscono in contropiede ma Gervinho, ancora a segno inutilmente, è fermato stavolta in posizione di off-side segnalata dall’assistente e confermata dal Var.

EPISODIO CONTROVERSO. Di nuovo in cattedra al 23′ sugli sviluppi di un corner del Parma: Obiang salta in maniera scomposta e tocca di mano col braccio alto, un movimento sufficiente a decretare il calcio di rigore in favore dei padroni di casa. Consigli, però, “strega” Inglese, al terzo errore stagionale dagli undici metri e sostituito poco dopo da Cornelius tra gli applausi del riconoscente pubblico del Tardini.

GIOIA IN CODA. Sembra ormai tutto incanalato verso un pari immeritato a reti inviolate quando il Parma raccoglie i frutti dei propri sforzi al minuto 95: punizione da sinistra, sponda aerea di Barillà sul secondo palo che incoccia contro la testa del neoentrato Bourabia e si impenna fino a scavalcare Consigli, invano proteso in tuffo. Una discreta dose di fortuna che, mai come stavolta, ha aiutato gli audaci. E la squadra che ha cercato maggiormente i tre punti.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
9 mesi fa

Io direi…il bravo portiere del Sassuolo dopo essersi distinto per tre patate decisive…ha voluto fare il gradasso dopo il rigore con il suo piccolo show…e alla fine è stato punito con un autogoal da ridere tre giorni 🙂

Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News