Resta in contatto

News

Parma, è il momento di rialzare la testa

I crociati, reduce da due ko ben differenti tra loro con Cagliari e Lazio, cercano punti al Tardini per classifica e morale di fronte al Sassuolo

Un derby, una bella sfida tra “emiliane” sì. La Gazzetta di Parma definisce così la partita di stasera al Tardini tra Parma, reduce da due ko consecutivi, e Sassuolo, infallibile tra le mura amiche ma ancora a secco in trasferta. Pur essendo solo alla quinta giornata si avverte già tra le fila dei crociati la sensazione di non poter più sbagliare. Perchè la classifica rischierebbe di allungarsi troppo ma soprattutto ne risentirebbero autostima e convinzione nei propri mezzi.

RIVOLUZIONE. D’Aversa sta cercando di dare un volto più propositivo alla squadra, una svolta che passa dal gioco manovrato, dal baricentro più alto e meno dalla strategia difesa e ripartenze che era valsa la salvezza nella passata stagione. Tra le controindicazioni i maggiori rischi a cui è esposta la retroguardia, non impeccabile nelle prime uscite e bisognosa di tempo per assimilare i nuovi meccanismi.

DIFFICOLTA’. A ciò si aggiungono le difficoltà a livello individuale di Inglese e Gervinho, che solo a Udine si sono espressi sui loro standard. Un rendimento non eccelso che, però, non è dovuto al cambio tattico e non può provocare ancora facili e inutili allarmismi.

CAMBI IN VISTA. Cornelius e Karamoh premono dalla panchina ma è più probabile un avvicendamento in cabina di regia tra Brugman e Scozzarella e il ritorno di Gagliolo in difesa. Se dovesse esserci spazio per Sprocati fin dall’inizio, Kulusevski arretrerebbe sulla linea dei centrocampisti.

LE ARMI. Serviranno determinazione, carattere e tanta attenzione per evitare di entrare in una crisi più di natura psicologica.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News