Resta in contatto

Approfondimenti

Di Gaudio, tocca a te: con il Chievo ultima chiamata?

Roberto D’Aversa punta sull’esterno palermitano, favorito su Amato Ciciretti. Di Gaudio deve riscattarsi dopo un periodo buio

Con Gervinho ai box, Roberto D’Aversa si affida ad Antonio Di Gaudio, giocatore che nelle ultime quattro partite è stato in panchina tre volte, due di fila, saltando in un’occasione la convocazione per problemi fisici. Dopo un inizio che ha illuso tutti, in attesa del miglior Gervinho il palermitano si era fatto notare per l’assist all’esordio con l’Udinese. Con il passare del tempo Di Gaudio ha accumulato fatiche una sull’altra. Su 10 presenze, 8 da titolare, due da subentrato (contro Empoli e Atalanta) Totò ha mostrato la sua grande fame che però si è saziata prestissimo.

FASI ALTERNE – L’impressione è che Di Gaudio spari subito le cartucce che ha a disposizione e poi si sieda, costretto forse dalla sfiancante fase difensiva impostagli da Roberto D’Aversa, bravo a sfruttare le sue caratteristiche più in fase di copertura che di spinta. Va detto che spesso ha cercato di dimostrare di essere all’altezza di una situazione che gli è stata spesso larga, ma D’Aversa lo tiene in considerazione.

E si porta il dubbio fino alla fine. Uno tra lui e Amato Ciciretti deve giocare contro il Chievo. Chi tra i due? Amato va più dentro al campo, Totò più sull’esterno. Di Gaudio è favorito per una maglia da titolare, ma non solo. E’ anche il favorito di molte squadre sul mercato. Non è sicuramente tra gli incedibili, diciamo così e il Parma potrebbe sacrificarlo, ma molto del suo futuro dipende dalla partita contro il Chievo. E dalle altre. Non sarà semplice non far rimpiangere Gervinho, ma provarci è senza dubbio d’obbligo per l’esterno palermitano.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti