Resta in contatto

Esclusive

ESCLUSIVA – Bia su Ferrari: “Tra i cinque-sei migliori difensori italiani”

Fonte: udineseblog.it

L’agente, intercettato in esclusiva da ForzaParma.it, esalta il difensore del Sassuolo che domenica sfiderà il “suo” Parma per la prima volta da avversario

Stesso ruolo, stessa città d’origine con la sostanziale differenza che almeno lui riuscì ad esordire in serie A tra le fila del Parma: l’agente Giovanni Bia, intercettato in esclusiva da ForzaParma.it mentre era in procinto di imbarcarsi per la Sardegna, parla a ruota libera partendo dal ritorno da avversario al Tardini di uno dei suoi assistiti più illustri e promettenti, il difensore del Sassuolo, Gian Marco Ferrari. Nato e cresciuto a Parma e diventato tra i più forti difensori italiani del momento, richiesto dai club di mezza Europa. Ora, però, deve pensare solo al derby emiliano contro il suo passato ma l’attesa della vigilia non lo sta logorando.

Come sta trascorrendo la settimana?
La vive molto tranquillamente con gioia, ormai ha maturato una certa esperienza. Anch’io ho avuto la fortuna di passarci, entrare nello stadio che vedi e sogni fin da bambino è una grandissima soddisfazione. Poi dopo il fischio d’inizio penserà solamente a dare il massimo per la sua squadra. Spero solo che a fine partita non vada sotto la curva sbagliata come stava capitando a me“.

Quali sono i suoi margini di crescita?
È un giocatore di primissima fascia, tra i 5-6 migliori difensori italiani. C’erano stati parecchi “rumours” in estate, il Sassuolo ha già respinto offerte importanti da 13-14 milioni perché è una società ambiziosa che punta all’Europa League“.

Cosa può riservare il suo futuro?
Dipenderà molto dall’annata del Sassuolo, in quest’avvio positivo c’è stata la consacrazione delle sue capacità tecniche e morali. Già diversi club hanno chiesto informazioni su di lui per il mercato di gennaio (Siviglia, Porto e Borussia Dortmund, ndr). Ma in linea di massima non credo si muoverà a meno che non arrivi un’offerta irrinunciabile“.

Qual è stato il suo segreto in questa scalata?
La costanza di rendimento. Si è sempre reso protagonista di campionati di assoluto livello e non è un caso che in soli quattro anni dalla Seconda Divisione a Renate si sia ritrovato a giocare in Serie A entrando nel giro della Nazionale“.

C’è qualche rimpianto legato al Parma?
Ai tempi era molto giovane, il Parma non ha colpe e solo il fallimento gli precluse la possibilità di indossare la maglia della squadra della sua città“.

Che derby sarà quello tra Parma e Sassuolo?
Credo che il Sassuolo saprà adottare le giuste contromisure, mi meraviglia che qualche avversario ancora non abbia capito il modo di giocare di Inglese e Gervinho. Mi aspetto una partita tattica tra due tecnici preparati come D’Aversa e De Zerbi, entrambe staranno attente a non scoprirsi per poi sfruttare alla distanza le loro armi migliori“.

È possibile rivedere Cigarini a Parma?
Leggo anch’io i giornali ma di vero non c’è assolutamente niente. Mi sento spesso con il ds Faggiano e sono contento abbia rinnovato, i risultati parlano a suo favore. Luca è felice di stare a Cagliari e vuole giocarsi lì le proprie carte“.

Cosa si aspetta dal mercato invernale?
Per il momento è abbastanza fermo, in molte attenderanno la metà di dicembre prima di valutare eventuali nuovi inserimenti. Il Parma? Non credo debba fare tanto, ha già fatto i miracoli in estate attraverso scelte mirate, appropriate e oculate. Quindi al massimo può integrare la rosa solo se qualcuno dovesse partire“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Esclusive