Resta in contatto

News

Fedeltà Gervinho: “Qui sto benissimo. Poi con D’Aversa…”

La “freccia” ivoriana si confessa in esclusiva sulle colonne del Corriere dello Sport. “Avevo anche altre proposte ma la mia priorità era Parma”

SERIE A. Lunga intervista in esclusiva del Corriere dello Sport a Gervinho che ha voluto fortemente riabbracciare l’Italia dopo l’esperienza all’Hebei Fortune in Cina. “Mi mancava troppo la Serie A -rivela l’attaccante ivoriano, autore di quattro reti nel primo scorcio di campionato- appena ho capito che sarebbe stato possibile tornarci ho detto di no alle 4-5 proposte che avevo da Paesi diversi. La priorità era Parma. Sono felice di esser qui e lo sono ancor di più perché mi sono integrato presto. L’Italia mi ha insegnato tanto tatticamente parlando“.

ADDIO ALLA ROMA.Non è stato facile, è una delle città più belle al mondo. Ma sfuggivo all’affetto dei tifosi, mi faceva piacere ma per me contano campo, lavoro e famiglia. Il loro non era semplicemente affetto bensì amore nei miei riguardi che non dimenticherò mai“.

RAPPORTO CON D’AVERSA. D’Aversa è meticoloso, attento, scrupoloso fino all’esasperazione. Non avevo la condizione migliore, mi ha aiutato, mi ha gestito, mi ha coccolato. E soprattutto ha capito quando era il momento ideale per mandarmi in campo“.

FEDELTA’ PARMA.Ho un contratto fino al 2021 col Parma, tre anni secchi che vorrei rispettare perché qui sto benissimo“.

MATURITÀ.Davanti alla porta sono migliorato, sono cresciuto e mi sento più maturo. Ora so gestirmi e capire quando serve spingere e quando è giusto rifiatare per mantenere la lucidità. Una volta mi sparavo tutto in dieci minuti, adesso arrivo bello lucido. Il gol al Cagliari? Velocità e progressione, diciamo uno dei miei più belli”.

IL SEGRETO.Non mi cullo sugli allori, non avrebbe senso e penso subito alla partita successiva. Io ho sempre fame in campo, non c’è complimento che possa snaturarmi“.

PRIMA DI BRUNO. Smetto prima di Alves: io macino chilometri, lui guida la difesa e governa i primi trenta metri di campo. Credo ci sia una bella differenza. Ad un certo punto Bruno continuerà e io magari mi accorgerò che la benzina sta finendo. Spero il più tardi possibile ma non arriverò a 40 anni“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News