Resta in contatto

Le pagelle di Forzaparma

Brescia-Parma 1-0, la pagella di ForzaParma

Brunetta, che errore: Tutino evanescente come Pandev. Dopo il gol di Moreo, la squadra di Iachini sparisce

Ecco le pagelle di Brescia-Parma 1-0.

Turk 6 – Grande parata al 19’, quando sventa il colpo di testa di Leris con l’aiuto del palo. Incolpevole sul gol di Moreo, graziato dal Var quando respinge male su Tramoni, evita il rigore grazie all’intervento della tecnologia. E l’insufficienza.

Delprato 6 – Tignoso su Aye, bravo a seguirlo in diagonale e a impedirgli la conclusione. Si trova sul tiro quando Moreo scocca il destro. Sfortunato.

Danilo 6 – A lui è affidata la regia quando la squadra di Iachini decide di costruire dalle retrovie. E’ attento, fa la sua gara, impreziosita da qualche chiusura. Finisce in attacco e con un po’ di nervosismo.

Cobbaut 6 – In fin dei conti sbaglia poco. Regge l’urto quando attaccano, anche se dalla sua parte nasce il gol di Morea. E si sgancia in avanti ma senza costrutto.

Rispoli 5,5 – Porta in dote tanto impegno, ma alle volte dovrebbe essere più lucido nell’assistenza ai compagni.

70’ Correia 5,5 – Prova a combinare qualcosa, ma ha poco tempo e spazio per incidere.

Bernabé 6 – Bravissimo a sporcare le linee e a cucire i reparti nel primo tempo. Solito personalità nel palleggio. Difende con il corpo e parte come un motorino appena ha spazio. E si costruisce da solo una buona palla gol. Poi cala alla fine e a volte gli manca lucidità. Comprensibile.

Juric 5,5 – Tiene duro, protegge le spalle a Bernabé e ci mette il fisico. Ma in occasione del gol di Moreo fa le cose a metà, lasciando libero lo spazio che avrebbe dovuto occupare.

Man 5,5 – Attento nel primo tempo, lascia poco al caso e prova a sostenere le due fasi. Il duello con Sabelli impone grande concentrazione, in occasione del gol di Moreo è pigro quando Sabelli taglia in mezzo. Poi sparisce dalla partita.

Brunetta 5 – Chiamato a sostituire Vazquez, ha il compito più difficile della serata: spazia su tutto il fronte ma incide poco nel primo tempo. Nel secondo sbaglia un gol clamoroso, preferendo il diagonale all’assist in mezzo per Tutino. Errori che pesano.

Pandev 5 – Qualche tentativo di cucire il gioco, ma niente di più. Non trova quasi mai la giocata giusta e negli ultimi metri neanche lo spazio per incidere.

Tutino 5 – Ancora non si spiega il perché della scelta di Brunetta. Era solo a centro area, avrebbe potuto calciare a porta vuota. Si sbatte come al solito ma quando fa i conti si ritrova con un pugno di mosche in mano.

79’ Bonny sv – Il suo tiro al volo forse meritava di più, al tramonto di una partita che complica di parecchio i programmi del Parma.

Iachini 5,5 – La serie positiva si ferma a nove partite. Quando serviva il salto di qualità ha dovuto fare i conti con le tante assenze e un Brescia che – come il Parma – doveva vincere a tutti i costi. Perde Vazquz a poche ore dalla partita, Benek era già a casa per ko. Lascia Simy in panchina per la seconda gara consecutiva. Ha dato sì un’anima alla squadra, ma purtroppo solo con l’anima non si vincono le partite. Bisogna fare gol. Lui lo sa, i suoi no, forse. Fa solo due cambi, segno che gli uomini sono contati. E quando serve non c’è ricambio. La sua squadra sparisce dal campo dopo il gol di Moreo, forse è mancata la fiducia di rincorrere l’obiettivo. Le occasioni perse però sono altre, non questa di stasera.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le pagelle di Forzaparma