Resta in contatto

Approfondimenti

Quale vestito per la ‘prima’ di Beppe? A Como con pochi esterni

Beppe Iachini - foto parmacalcio1913.com

L’allenatore del Parma deve risolvere i problemi sulle fasce. Per il suo probabile 3-4-1-2 serve gente di gamba e Vazquez farà il trequartista in fase di possesso

Il primo Parma di Iachini nasce in mezzo a qualche insidia. Il tecnico perde per infortunio Coulibaly, stiramento per l’esterno francese, e Mihaila. Per il romeno un problema muscolare alla coscia destra che mette in serio dubbio la sua presenza nella partita contro il Como. Valentin doveva essere nella testa di Beppe, la spalla ideale di uno dei due centravanti. Tutino (anche se centravanti non è) o Inglese, con il romeno di fianco e Vazquez trequartista.

Seppure a Collecchio da due giorni e mezzo, il tecnico crociato martella che è una bellezza, ha fretta di incidere e di veicolare le sue idee, in un calcio che per i crociati, sarà molto diverso rispetto alle ultime uscite. Beppe sotto il cappellino nasconde un 3-4-1-2, pronto a rilanciare el mudo, portandolo più vicino alla porta ed esentandolo da rincorse all’indietro che erano dispendiose. Franco sa innescare meglio di tutti gli altri calciatori in rosa i compagni, sa calciare dal limite, sa liberarsi tra le linee e può diventare un fattore. Conosce alla perfezione l’allenatore, sa quello che chiede.

In questi due giorni e mezzo, Iachini non ha mollato un attimo la presa. Comincia una settimana importante per lui e per il Parma. Per lui che deve cominciare a fare qualche valutazione sui calciatori, per il Parma che deve cominciare a macinare punti se vuole chiamarsi fuori da questa situazione delicata. L’organizzazione, la tattica, l’aggressività, l’essere corti e il possesso teso a verticalizzare, sono concezioni di un calcio pragmatico, lontano dai dogmi e dai teoremi affascinanti del passato, ma che fino a qui non hanno prodotto punti.

Hanno lasciato solo tanta confusione nella testa dei calciatori, che devono resecare la testa e collegarsi con altre frequenze. Davanti a Buffon, nella gara contro il Como, ci saranno quasi certamente Osorio, Danilo e Cobbaut. Per Beppe sarà complicato risolvere la questione esterni, soprattutto in vista del trittico di gare. Intanto, la frenata di Mihaila, può rappresentare un’opportunità per Man.

7 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Approfondimenti