Resta in contatto

Le pagelle di Forzaparma

Parma-Cosenza, le pagelle di ForzaParma

Non basta super Gigi: crociati arrendevoli e con poca grinta, dominati nel secondo tempo dagli avversari

Buffon 7,5- Sventa un tiro di Caso senza pretese nel primo tempo. Il numero dieci del Cosenza si è messo in testa di rovinargli la festa. Prova a infilarlo anche nella ripresa, ma in un’occasione è attento, in un’altra lo grazia lui a due passi. Il Cosenza lo sceglie come tiro al bersaglio, ma lui è super anche con i piedi: si arrende solo a Tiritiello. Non merita questa situazione.

Delprato 5,5 – Primo braccetto della difesa a tre, attento su Gori e Caso, che gli sfugge una volta nel primo tempo. Poi si vede svettare Tiritiello in mezzo a lui e Vazquez e nel secondo tempo subisce come i compagni l’onda del Cosenza. 

Danilo 5,5 – Si destreggia bene nel primo tempo, quando non ha particolare lavoro da fare. Poi nella ripresa deve rincorrere gli avversari. E finisce in grande affanno. 

Cobbaut 5 – Puntuale nell’assistenza in avanti, disegna un assist che Inglese non sfrutta al 27’. Peccato per lui che la partita duri due tempi. Nel secondo non riesce ad arginare gli avversari dalla sua parte, e all’ultimo secondo si traveste da Babbo Natale in anticipo, cercando di regalare tre punti al Cosenza. Perde palla e permette a Gerbo di arrivare a calciare in porta. Traversa. 

Mihaila 4,5 – Esterno a destra, nel 3-5-2, il romeno è troppo impegnato a rincorrere senza mai incidere. Ne davanti ne in difesa. 

81’ Man sv – 

Vazquez 5 – Non al meglio, traccheggia con passo lento e ci mette un po’ a entrare nel gioco. A volte troppo lezioso. Ma innesca Inglese nell’azione del gol di Juiric. Poi sparisce e irrita per la poca incisività. Si vede saltare davanti Tiritiello in occasione del pareggio.

Brunetta 5 – Perde un paio di palloni sanguinosi che potevano diventare pericolosi da gestire. Nel tentativo di recuperarne uno rimedia un giallo. Dà poco, sia in fase di costruzione che quando deve schermare. 

55’ – Schiattarella 5 – Appena entra si immola su una conclusione a colpo quasi sicuro di Caso. Il Cosenza attacca, lui arranca come i compagni e sbaglia appoggi semplici. 

Juric 6 – Gol e inserimenti che mettono in apprensione la retroguardia del Cosenza. Solo per 20’, ma almeno corre. 

Coulibaly 5,5 – Partita dai due volti. Contro Anderson non sfigura affatto nel primo tempo: e lo blinda. Ma nella ripresa l’ex Salernitana riconnette la testa e sgasa. Per fortuna Zaffaroni lo sostituisce e lui ne beneficia. Si riassesta ma non trova più il filo.

Tutino 5 – Tocca pochi palloni, si fa notare solo per un recupero in difesa nel primo tempo. Esce forse quando non doveva uscire, con il Cosenza proiettato in avanti, lui poteva avere qualche spazio in contropiede.

70’ Sohm 5 – Entra per dare sostanza, ma non fa nulla per arginare la mediana del Cosenza. A centrocampo, la squadra di Zaffaroni si è preso la partita. 

Inglese 5,5 – Comincia con voglia, l’assist per Juric è suo. Un paio di tentativi ad attaccare la profondità, non è ancora quello vero, lo si vede quando difende il pallone e quando ha la palla del 2-0 sulla testa. 

55’ Benedyczak 5 – Poco servito, quando entra lui il Parma era negli spogliatoi, inspiegabilmente. 

Maresca 5 – Ripresenta il 3-5-2, con Tutino e Inglese davanti. Crea pochissimo, subisce l’avversario nel secondo tempo che domina per gioco e occasioni. Deve ringraziare Buffon se ha raccolto il misero punto. La squadra non ha assimilato niente della sua filosofia, non c’è niente dei principi di calcio sciorinati in estate. Il cambio Tutino-Sohm ha dato un messaggio forse di rinuncia alla squadra. Che deve ritrovare in fretta. 

19 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
19 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Le pagelle di Forzaparma