Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Buffon: “Il Parma? Continuiamo così, ci toglieremo delle soddisfazioni”

Il portiere crociato ritira il premio alla carriera al Coni: “Tornare ha significato unire ambizione a emozione. Ho fatto sempre scelte di questo tipo”

In Serie B c’è anche Gigi Buffon, alla sua terza stagione in cadetteria dopo averne fatta una con la Juventus e un’altra, la passata annata, con il Parma. A lui è andato il premio alla carriera, “una carriera infinita per un’icona del calcio nazionale e internazionale“. Questa la motivazione che ha portato Buffon sul palco del Coni: “Non mi piace dire che sono il più forte portiere, voglio dire di essere stato in un gruppo di migliori. Non sono stato l’ultimo, meno male, sono stato in compagnia di gente che ha messo passione e talento per i loro sogni. Non mi piace l’etichetta di primo o secondo. Per essere sempre al top ci vuole passione e ambizione. L’ambizione va benissimo, ma la devi mediare con dei valori, con qualcosa di diverso che ti accompagni e che ti faccia valutare il tutto con grande lucidità. Il ritorno al Parma? Significa riuscire a collegare e tenere insieme quella che l’ambizione che ogni sportivo deve avere a un senso, al quale ti vuoi aggrappare e che vuoi imprimere alla tua vita. Sono sempre le scelte che ho fatto, queste. Ad esempio riimanere da miglior portiere del mondo in Serie B, ai tempi della Juventus, è stata una scelta importante per me, non certamente mossa dalla  sola ambizione. Avevo e ho ambizione, ho sempre cercato però di poter accompagnare la scelta sentendo le emozioni. A un giovane portiere non direi nulla di particolare.

A un calciatore potrei dire che è fondamentale conoscere la storia dello sport e di questi interpreti che hanno fatto grande questo sport. Io ho visto Tardelli e Giordano: per me vedere l’ex attaccante della Lazio è stata un’emozione forte. Conosco la storia del calcio, mio padre mi ha tramandato la storia del calcio e conoscendola sono riuscito a trovare emozioni per andare avanti. I miei successori? Con Donnarumma siamo in mani buonissime, ha qualità fuori dal comune e credo che possa essere il miglior portiere a prendere il mio posto“. Un commento anche sulla stagione del Parma: “Siamo partiti meglio rispetto all’anno scorso – spiega a Tmwe stiamo dando segnali di essere una squadra seria, in ascesa, che sta prendendo consapevolezza della sua forza. Dovessimo continuare così potremo toglierci delle soddisfazioni“.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News