Resta in contatto

News

Carmignani: “Annata fallimentare, tutti responsabili”

L’ex allenatore del Parma: “Se il presidente Krause vuole spendere così, faccia pure. Ma sono teorie incomprensibili”

L’annata del Parma è stata fallimentare, bisogna ripartire facendo tesoro degli errori commessi”. Lo ha detto Pietro Carmignani, ex allenatore del Parma nella consueta rubrica di SportParma ‘Il Gede risponde’. Tra presente e futuro, l’ex allenatore ha analizzato una situazione non semplice in casa crociata. Le responsabilità non sono soltanto dell’allenatore e dei giocatori, ma anche della società: sono tutti responsabili. Non conosco gli attuali dirigenti, ma come commentatore mi limito ai fatti e ai numeri: il Parma è andato male nelle ultime due stagioni, si devono sentire tutti responsabili. E da qui ripartire. Mi chiedo, come hanno fatto a fare 3 anni di contratto ad un allenatore (Maresca) che stava iniziando la propria carriera tra i professionisti? C’è qualcosa che non torna. Andava fatto un anno di contratto e poi il rinnovo in caso di risultati positivi. Se il presidente americano ha voglia di spendere così, faccia pure, ci mancherebbe, ma sono teorie che non capisco.

Le proprietà americane? Il Venezia è un discorso un po’ a parte, perché veniva da due promozioni consecutive, in A era una delle 4-5 candidate alla retrocessione, anche per gli investimenti fatti. L’allenatore, in questo caso Zanetti, può essere bravo finché vuoi, ma se i mezzi sono limitati diventa difficile salvarsi. Guardiola ha perso la finale di Champions e ora ha comprato Haaland. Così è facile vincere…

Il Genoa ha sbagliato mercato, oltre ad aver mandato via l’allenatore più idoneo per la salvezza (Ballardini). Poi c’è anche il dubbio che una squadra ogni tanto debba retrocedere per incassare i soldi del paracadute e incassare un po’ di denaro. Un anno di serie B può essere fisiologico per resettare tutto, ma in serie A si incassa di più e ritornarci l’anno dopo non è facile. E’ già successo al Parma… Purtroppo le nuove proprietà vogliono cambiare tutto e subito, era successo anche con Ghirardi al Parma, cambiò tutto perché non si fidava delle persone che c’erano prima“.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News