Resta in contatto

Settore giovanile

Under 18: alla ripresa ci sarà un’importante sperimentazione sul fuorigioco

Il torneo sarà il primo ad avere una nuova interpretazione: per essere in off-side, tutto il corpo dell’attaccante deve essere oltre il difendente. Così ci saranno più gol

Lunedì 4 aprile, dopo la lunga pausa per lo svolgimento del Torneo di Viareggio, riprende il Campionato Nazionale Under 18 del Parma, che sarà ospite del Bologna in una sfida importante in ottica play-off: al momento la classifica vede la squadra di Giovanni Valenti (38) precedere i pari età felsinei di tre lunghezze, ma i rossoblù hanno giocato tre gare in meno (20 anziché 23). La partita vedrà anche una importante innovazione: come ha comunicato la FIGC, il Campionato Nazionale Under 18 è stato scelto per la sperimentazione, nel nostro paese, del progetto FIFA sulla nuova regola del fuorigioco. In sostanza, esattamente al contrario di quanto avviene ora, con la nuova regola si è in fuorigioco solo se si è interamente (e non solo in parte) al di là dell’ultimo difensore e dunque un giocatore è in posizione regolare se qualsiasi parte del suo corpo che può segnare è in linea con l’ultimo difensore. Per essere sanzionato un fuorigioco, l’attaccante e il difendente, visti lateralmente dalla posizione dell’assistente arbitrale, devono essere completamente staccati. Questa interpretazione è finalizzata a favorire un aumento delle occasioni da rete. Questa novità, secondo le aspettative, potrebbe annullare oltre il 50% dei casi di fuorigioco che diventerebbero giocate valide, per cui potenzialmente ci potrebbero essere più gol e dunque maggiore spettacolo.

Cambia l’interpretazione della regola: adesso un calciatore è in fuorigioco quando tutta la testa, il corpo e i piedi sono più vicini alla linea di porta e sono al di là della linea del pallone e la linea del penultimo difensore, mentre è in posizione regolare quando qualsiasi parte della testa, del corpo o dei piedi è allo stesso livello con il penultimo difensore o gli ultimi due avversari. In pratica il contrario della interpretazione che c’è stata fino ad oggi – ha spiegato il dirigente addetto agli arbitri del Parma, Riccardo Pinzani -. Ci saranno molti più gol, direi quasi l’80% in più di quelli che prima venivano annullati. Quando si sperimentano regole nuove si va sempre verso lo spettacolo e questo è l’obiettivo fondamentale: cioè avere più gol e dunque più spettacolo. I lati contro sono tutti per le difese. Il difensore, per mettere in fuorigioco un attaccante ora deve essere davvero totalmente staccato da lui. Questa è una sperimentazione che in Italia si limita al Campionato Under 18: poi bisognerà vedere se piacerà e se andrà in porto“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da Settore giovanile