Resta in contatto

News

Gdp: “Obbligo di vincere, inesperienza e giocatori fuori ruolo: l’Idea è naufragata”

Tante le ragioni del flop di Maresca che ha cercato di trasmettere una mentalità diversa alla squadra senza mai riuscirci

La Gazzetta di Parma oggi in edicola analizza le ragioni del flop di Enzo Maresca, arrivato in estate con l’etichetta di “giochista” e idee innovative che, però, non si sono mai viste sul campo. “Qui vincere è tutto o quasi. Se ci arrivi proponendo un calcio spumeggiante, tanto di guadagnato, in caso contrario non c’è divertimento che tenga nella sconfitta. Purtroppo Maresca in questi quattro mesi sembrava non aver compreso questo dogma e nessuno si è premurato di ricordarglielo“.

CAUSE. Tra le altre cause la disastrosa fase difensiva del Parma, alcuni cambi poco azzeccati (Correia e Bonny a Ferrara quando i crociati erano in vantaggio..), l’utilizzo sistematico di giocatori fuori ruolo (l’esperimento di Sohm come terzino destro è durato anche troppo) che mal si conciliavano con l’obbligo di vincere che accompagna la squadra fin da inizio stagione. Una responsabilità da condividere anche ai piani alti e tra chi scendeva in campo. “Tecnico inesperto e un pizzico velleitario, dirigenza poco assidua nell’aiutarlo, mercato che è parso fatto con i dadi, giocatori senza alcuno spirito di appartenenza“. Ecco perchè l’Idea iniziale, buona solo nei propositi, è naufragata mestamente.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da News