Resta in contatto

L'angolo dell'avversario

Coda: “Credevo di essere in un sogno..”

L’attaccante del Lecce ha siglato una tripletta nei primi 45′. “In campo ci troviamo a meraviglia, la squadra mi mette nelle migliori condizioni”

A fine partita l’attaccante del Lecce, Massimo Coda, ha celebrato così la sua tripletta al Parma maturata interamente nei primi 45′.  “Il mister ci aveva chiesto un segnale, c’era tanto pubblico e volevamo trascinare la gente con noi. Così è stato e ci siamo tolti una bella soddisfazione cercando di portare tutti dentro”.

COMPAGNI. “In campo ci troviamo a meraviglia, andiamo tutti in gol ed è importante per gli attaccanti. Il voto? Il campo dice che facciamo bene. Almeno un 7 me lo do ma si può migliorare”.

DA EX. “Col Parma mi legano bei ricordi, ho esordito in A anche se non è andata bene. Stiamo dimostrando a livello di gruppo che tutti stanno seguendo la stessa strada”.

BUFFON. “Al primo tempo credevo di essere in un sogno, non ci credevo. Essermi trovato davanti a Buffon dagli undici metri? Veniva da un penalty parato e ho cercato di dare più forza rispetto agli altri rigori, se lui intuisce l’angolo ci arriva più facilmente”.

DIECI GOL E CINQUE AL PARMA. “Ora sono in vetta alla classifica marcatori. Io ci scherzavo quando vedevo gli altri attaccanti avanti a me. Dicevo ‘ora lasciamoli andare’ Abbiamo una squadra che ti mette nelle condizioni di segnare e ci sarà tempo per fare obiettivi”.

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Altro da L'angolo dell'avversario